0 Shares 7 Views
00:00:00
11 Dec

Champions League 2013: Napoli trionfa a Marsiglia, Milan pari con Kakà

LaRedazione
23 ottobre 2013
7 Views
marsiglia_napoli_zapata_

Nonostante gli avversari temibili, il martedì di Champions è stato decisamente positivo per le formazioni italiane. Addirittura trionfale la serata del Napoli, che sul difficile campo del ‘Velodrome’ di Marsiglia ha imposto la sua legge, andando ad espugnare il campo dei francesi (2-1 in favore dei partenopei il risultato finale) e tornando pienamente in corsa per la qualificazione agli ottavi, dopo lo scivolone di Londra di tre settimane fa.

Il Milan dalla sua, pur reduce da un momento piuttosto difficile in campionato, riesce ad imporre il pari a San Siro al Barcellona dei fenomeni, che riesce ad andare a segno con Messi, pareggiando il gol di Robinho, solo grazie ad uno svarione della difesa rossonera. L’uno a uno non cambierà fino alla fine, nonostante i tentativi blaugrana e l’ingresso in campo nell’ultima mezz’ora di Mario Balotelli. Ma andiamo con ordine: al Napoli serviva un’impresa per tirarsi su di morale dopo gli ultimi due ko esterni.

Arsenal e Roma erano due clienti difficili, ed anche a causa di un po’ di sfortuna, sia la spedizione all’Emirates Stadium che quella dell’Olimpico avevano riservato solo amarezze alla squadra di Rafa Benitez. Al ‘Velodrome’ è però tutta un’altra musica, con il Napoli bravo a far sfogare i francesi, e a ripartire compatto alla prima occasione. Armero manca il vantaggio che arriva però già nel corso della prima frazione di gioco con Callejon.

Gran gol dello spagnolo che si conferma valore aggiunto per il Napoli in questo inizio di stagione, ma il meglio deve ancora venire. Nella ripresa entra il colombiano Zapata, fin qui oggetto misterioso, che dimostra invece di che pasta è fatto con uno splendido tiro a rientrare che sancisce il raddoppio degli azzurri. A nulla serve ai padroni di casa la rete nel finale di Andrè Ayew, ora il Napoli è appaiato nella classifica del girone con Arsenal e Borussia Dortmund a quota sei punti, e tutto è ancora da giocare.

Nel Milan torna invece a brillare la stella di Ricardo Kakà, che contro il Barcellona dimostra di possedere ancora il passo del giocatore di classe. Una sua grande giocata innesca Robinho per il vantaggio rossonero, dopodiché la reazione del Barca si concretizza nel pasticcio che permette a Messi di andare in gol.

Neymar sfiora con un diagonale il vantaggio, Adriano manca il gol a due passi da Amelia, mentre l’ingresso in campo di Balotelli non sposta gli equilibri. Il punto sta bene al Milan che ora deve guardarsi dall’ascesa del Celtic per difendere il secondo posto nel girone.

Vi consigliamo anche