0 Shares 10 Views
00:00:00
16 Dec

Del Piero giocherà a Sidney con la maglia numero 10

dgmag - 5 settembre 2012
5 settembre 2012
10 Views

Si è materializzata e concretizzata l'offerta del Sidney per Alessandro Del Piero che, dopo aver tentennato, alla fine ha accettato di trasferirsi in Australia dove gli è stata già consegnata la maglia numero 10.

Esattamente come fece David Beckham nel 2007, Del Piero diventa così la nuova icona del calcio australiano sperando di portare gente allo stadio e allo stesso tempo di continuare ad essere stimolato a fare bene come avvenuto in questi anni alla Juventus.

Proprio alla Juventus l'ex capitano amatissimo dai tifosi ha rivolto un pensiero durante la conferenza stampa di presentazione: ha dichiarato di continuare a tifare i bianconeri e che non avrebbe mai accettato un trasferimento in un'altra squadra italiana e nemmeno europea per coerenza ovvero, tra le righe, l'attaccamento a quella maglia dalla quale probabilmente non avrebbe mai voluto staccarsi.

Con Del Piero sbarca in Australia, a Sidney, tutta la famiglia che da sempre gioca un ruolo incredibile nelle scelte di vita e di carriera del giocatore il quale ha ringraziato anche la società australiana per aver costruito un progetto considerato vincente e per avergli permesso di vivere un secondo sogno che si è concretizzato da poche ore ma è partito mesi fa, dopo l'ultima di campionato.

Sono state svelate le cifre e dettagli economici che hanno portato Del Piero a Sidney, un milione e seicento mila euro l’anno per due stagioni; Del Piero ha preferito far sapere che a Torino resterà tutto così com'è e che l'unica differenza sarà il non vederlo girare per strada lasciando forse intendere che il futuro come manager/allenatore passerà proprio dalla Juventus anche se non si sa ancora quando.

Intanto i tifosi iniziano a far sentire la propria voce rimpiangendo il tanto amato capitano Del Piero e tributando a lui il giusto onore: su Twitter Del Piero è l'hashtag del momento e ovunque spopolano messaggi di affetto e ricoscenza.

Quella riconoscenza che si tributa al campione di cui l'Australia beneficerà a partire dal prossimo 5 ottobre.

Loading...

Vi consigliamo anche