0 Shares 16 Views
00:00:00
11 Dec

Europa League 2013, risultati: Lazio ai sedicesimi, Fiorentina non chiude

LaRedazione
29 novembre 2013
16 Views
Europa League 2013: Lazio ai sedicesimi, Fiorentina non chiude il girone

Il turn over di Petkovic è sinonimo di successo in questa giornata di Europa League, nel quale la Lazio si impone per 2-0 sul Legia Varsavia, conquistando la qualificazione ai sedicesimi, finisce, invece, sullo 0-0 la sfida della Fiorentina sul campo del Pacos de Ferreira.

Il posticipo di campionato, lunedì 2 dicembre contro il Napoli, impone alcune rinunce tra i titolari laziali, come ad esempio Marchetti e Candreva, ma in compenso si rivede dal primo minuto Hernanes.

La gara è molto tesa, ma soprattutto per quanto riguarda i tifosi. Sono ancora negli occhi di tutti, e soprattutto della Polizia, i tafferugli provocati dai tifosi polacchi all’andata a Roma. C’era dunque da attendersi una risposta della frangia estremista degli ultras laziali, i quali sono stati in gran parte fermati dalle forze dell’ordine (a detta della Lazio in maniera preventiva), per un totale di 180 italiani identificati, perquisiti e tenuti lontano dallo stadio.

Qui intanto la Lazio si è imposta dal primo all’ultimo minuto, senza mai calare d’intensità e convincendo anche sotto l’aspetto del gioco. Keita fa il fenomeno ed Hernanes mostra sprazzi di vecchia qualità. Lo 0-2 è più che meritato, così come il passaggio del turno. La coppa potrebbe anche quest’anno distrarre i tifosi dai problemi in campionato, a patto però che la si vinca.

La Fiorentina resta imbattuta nel girone d’Europa League dopo lo 0-0 con il Pacos de Ferreira. Le due squadre però offrono al pubblico una partita alquanto scialba, di certo non aiutando la fama della competizione, già definita da tempo Europa minore. Il primo tempo vede una sola occasione, capitata sui piedi di Bebè. L’attaccante del Pacos però si divora una rete già fatta e così si va negli spogliatoi, dove Montella decide di rischiare, inserendo un paio di titolari inamovibili, Pizarro e Cuadrado.

I due regalano ai viola maggiore velocità in fase d’impostazione e conclusione, ma l’attacco resta spuntato, con Rossi, Gomez (infortunato) e Joaquin fuori. Soltanto nel finale le acque vengono un po’ scosse, grazie a due colpi di testa di Aquilani, un tiro alto di Mati Fernandez e un’altra bella conclusione, parata, di Cuadrado.

Ad ogni modo anche la Fiorentina (certa di ciò da tempo) passa al prossimo turno, anche se il primo posto, dopo la vittoria per 4-1 del Dnipro sul Panduri, non è ancora matematico. Tra due settimane infatti si dovrà andare a giocare in casa degli ucraini, dove sarà fondamentale ottenere almeno un pareggio. Questo punto non decide la qualificazione certo, ma arrivare secondi e pescare una delle uscenti dalla Champions League potrebbe essere un rischio.

Si conclude così la quinta giornata di Europa League per la Lazio, che si impone 2-0 sul Legia Varsavia e Fiorentina che non va oltre lo 0-0 contro Pacos de Ferreira, rimandando la conquista della vetta al prossimo turno casalingo contro gli ucraini del Dnipro.

Vi consigliamo anche