0 Shares 9 Views
00:00:00
12 Dec

Diabolico Milan: 7 minuti che salvano una stagione

20 maggio 2013
9 Views

Un posto in paradiso per il Diavolo. Un finale al cardiopalma per il popolo rossonero che, a 7' dal fischio finale, ritrova i propri campioni e festeggia l'ingresso ai preliminari della prossima Champions League: Balotelli e Mexes regalano l'accesso ai “cancelli europei”.

84 minuti all'inferno. Chi ha detto che il Diavolo non possa soffrire le pene dell'Inferno? Così è stato per tutti i tifosi del Milan, ma soprattutto per Allegri e la sua compagine, che in un finale mozzafiato, non adatto ai deboli di cuore, ha battuto il Siena all'Artemio Franchi, salvando una stagione partita molto male e volta ad una rimonta impressionante. Ieri sera è andata in scena l'ultima puntata di quest'avventura rossonera e gli uomini di Allegri si sono imposti sui toscani, col risultato di 1-2. La vittoria però è stata attesa a lungo: un'agonia intensa, iniziata al 25' del primo tempo quando, dopo un debole assalto di Robinho e Balotelli alla porta di Pegolo, al seguito di una punizione, la ditta Rosina-Terzi insacca la porta di Abbiati di testa, siglando il momentaneo 1-0 per il Siena.

I raggi del paradiso. I destini di Milan e Fiorentina, fino all' 84' di ieri, sembravano essere ormai segnati dalla brigata rossonera affondata da Terzi, dall'espulsione di Ambrosini al 24' del secondo tempo e dal sonoro 1-5 rifilato al Pescara dai viola. Ma quando il 'DIAVOLO' ci mette lo zampino, il fato sembra farsi da parte: all'84' Felipe, difensore senese, atterra in area Balotelli e, generosamente, Bergonzi fischia il rigore, realizzato da Super Mario in maniera impeccabile. Di lì a poco, all'87', i 'raggi del paradiso' investono il Milan, portato alla gloria grazie alla zampata vincente di Mexes, che sigla il 1-2 sul Siena.

Sul podio. Così, tra i veleni di un accesso finale segnato forse da un errore arbitrale ed una stagione tutta in salita, il Milan si appropria del terzo posto in classifica di Seria A a 72 punti, dietro solamente al Napoli (78) e alla Juventus (87). Ora i riflettori tornano tutti sulla panchina rossonera: quale sarà il destino del tecnico Allegri? …Il Diavolo non perdona!

[foto: it.eurosport.yahoo.com]

Francesco Calderone

Vi consigliamo anche