Il pocho Lavezzi nuovo Re di Napoli

Un ragazzo semplice, con un soprannome simpatico (pocho significa piccoletto), con un destro fulminante e una velocità impressionante ha fatto innamorare un’intera città.

Ieri sera il pocho Lavezzi ha realizzato due reti e condotto il Napoli alla vittoria sulla Fiorentina, squadra in odore di Champions League. 

Il San Paolo a fine partita è esploso e ha dedicato al pocho i cori che in passato sono stati tutti per il più grande giocatore del passato: Diego Armando Maradona.

Una dichiarazione forte quella del popolo delle curve che all’uscita del giocatore dal campo si è unita in un "Olè olè olè olè, pochooooo pochooooo" che fa il pari con il più famoso coro dedicato al magico Diego.

Napoli ha bisogno di esempi del genere; persone semplici, determinate, umili, che infondano nella città uno spirito di cambiamento.

Questo il calcio può farlo.