0 Shares 11 Views
00:00:00
13 Dec

Mourinho e Chelsea: contratto alle porte

22 maggio 2013
11 Views

Il blu ammalia lo special one. Ormai sembra esserci tutto, vale a dire: la volotà del tecnico, del presidente, della squadra e dei tifosi; è attesa a giorni l'ufficializzazione di Josè Mourinho alla guida del Chelsea di Abramovich. Sembra infatti definitivo il passaggio dello Special One, dalla bianca panchina madridista del Real a quella sempre blu del Chelsea. E' previsto un ritorno a Londra molto più pacato, rispetto al fastoso arrivo del 2004 allo Stamford Bridge e, comunque, non tutto rose e fiori. Eppure la rosa gli è già vicina e Torres esordisce così al London Evening Standard: ”Mourinho è tra i migliori allenatori del mondo, l'opportunità di lavorare con lui è quasi unica. Tutti i calciatori vorrebbero essere allenati almeno una volta dal portoghese. Spero che sia lui ad arrivare al posto di Benitez”.

Problemi d'ingaggio. Se ancora una volta José sembra voglioso di tornare su una panchina "dove lo amano", e se ancor più la stima arriva dal tifo dei Blues e dalla stessa compagine dei giocatori, sembra che l'intoppo della trattativa sia da ricercare nei rapporti con il patron Abramovich: non che essi siano in discussione, vista la stima che corre tra i due, ma il nodo principale risiede sia nel contratto, che il Mou vorrebbe firmare a 12 milioni più bonus, che nella libertà di mercato. Infatti, il presidente non sembra soddisfatto da un ingaggio annuale simile, nè tanto meno desideroso di spendere cifre astronomiche nel mercato dei giocatori, come fece invece nel 2004.

E già è calciomercato. Mourinho sta lavorando già alla squadra che verrà, per volere suo e del presidente, mantenendo un profilo volto ai giovani talentuosi e non ai campioni costosissimi e già noti. Eppure, per adesso si parla solo di attacco: ci si sta muovendo in direzione di Edinson Cavani del Napoli, ma resta attiva anche la pista Mario Gomez del Bayern, mentre sempre più certo è l'arrivo del ventiduenne André Schurrle dal Leverkusen. La liquidità, però, sarà fornita dalla cessione di Fernando Torres, che stima molto il tecnico. La scacchiera del mercato è quindi pronta: quali pedine sceglierà stavolta il magnate russo?

[foto: dailymail.co.uk]

Francesco Calderone

Vi consigliamo anche