0 Shares 7 Views
00:00:00
12 Dec

Inter, c’è la firma: Moratti lascia, arriva Erick Thohir. E’ la fine di un’era

LaRedazione
15 ottobre 2013
7 Views

E’ arrivata anche la conferma ufficiale dal comunicato stampa della società: la svolta epocale in casa Inter è ufficialmente avvenuta, il 70% del club nerazzurro è passato dalle mani di Massimo Moratti a quelle del magnate indonesiano Erik Thorir.

Si chiude un’era e parallelamente se ne apre un’altra, sempre nel segno della continuità visto che una parte della società resterà nelle mani della famiglia Moratti, che dopo l’epopea del capostipite Angelo negli anni sessanta, con la presidenza di Massimo ha riportato l’Inter, pur tra mille fatiche e molte stagioni deludenti, ai massimi livelli della sua storia.

Tre anni e mezzo fa l’apice con la conquista del ‘triplete’, ovvero dello Scudetto, della Coppa Italia e della Champions League nella stessa stagione. Nelle ultime due stagioni però i risultati non sono stati all’altezza del recente passato, ed i tifosi nerazzurri sperano che l’avvento di Thorir possa portare nuovi campioni, e soprattutto innalzare di nuovo la squadra ai vertici del calcio europeo.

Per comunicare la conclusione dell’affare, l’Inter ha emesso un comunicato stampa congiunto dal titolo “Massimo Moratti e Erick Thohir: Insieme per il futuro dell’Inter”, nel quale sono state raccolte le dichiarazioni di Moratti e dello stesso Thorir. Nella parte estesa da Moratti, si sottolinea come il passaggio di proprietà sia stato curato nei minimi particolari, e si evidenzia come l’Inter sia passata in mani nuove ma sicure, per preparare un futuro di nuovi, futuri successi.

Thorir ha invece voluto esternare la sua soddisfazione per la conclusione dell’accordo, ricordando come l’Inter rappresenti un patrimonio conosciuto in tutto il mondo, e come il gruppo industriale da lui presieduto voglia mettersi al lavoro per riuscire a portare il più velocemente possibile l’Inter ai vertici del calcio mondiale, dove già Moratti ha saputo condurla ai tempi del ‘triplete’.

Insomma, parole che ci si aspettava e che spesso ricorrono quando si concretizza un passaggio di proprietà. Dopo la Roma, l’Inter diventa la seconda grande società calcistica italiana a finire in mani straniere, e le maggiori curiosità ora si concentrano su quale sarà il futuro l’assetto societario del club.

Si parla della possibilità che Massimo Moratti possa restare presidente della società, ma al momento non ci sono notizie sicure in merito. Moratti stesso ha specificato come questo tipo di decisioni, ormai arrivata a buon punto la trattativa d’acquisto da parte di Thorir, non spettino più a lui, ma il sogno romantico dei supporters interisti in fondo è proprio questo: avere un Moratti presidente, e al tempo stesso un grande gruppo internazionale in grado di sostenere le ambizioni di una squadra alla affannosa caccia della gloria perduta.

 

Vi consigliamo anche