0 Shares 5 Views
00:00:00
15 Dec

La Roma di Garcia si diverte contro le All Star della Major League americana

LaRedazione - 1 agosto 2013
LaRedazione
1 agosto 2013
5 Views

La Roma di Garcia si diverte contro le All Star della Major League americana: in amichevole a Kansas City, la formazione giallorossa si impone con un secco tre a uno contro un selezione dei migliori giocatori del campionato statunitense. Spiccano vecchie glorie nella formazione americana, come Thierry Henry e Marco Di Vaio, ma il tasso tecnico della squadra capitolina è apparso decisamente superiore. A brillare in particolar modo nel match di Kansas City è stata la stella di Kevin Strootman. Il neo acquisto olandese, prelevato per circa venti milioni di euro dalla Roma dal PSV Eindhoven, ha dominato in lungo e in largo il centrocampo, e dopo appena quattro minuti ha aperto le danze nella sfida, realizzando il gol dell’uno a zero che ha permesso alla squadra di Garcia di passare immediatamente in vantaggio.

Strootman ha anche ispirato le altre due reti realizzate nella seconda frazione di gioco dalla Roma, e che portano la firma di Alessandro Florenzi e di Junior Tallo, il giovane attaccante ivoriano, ex della Primavera giallorossa, l’anno scorso in prestito al Bari e che probabilmente andrà a fare esperienza anche quest’anno in un club minore. Lampi di classe come al solito anche da Francesco Totti, per il quale il presidente Pallotta ha annunciato la fine vicina della querelle riguardante il rinnovo del contratto. Oltre a proseguire per altri due anni la sua carriera da calciatore, verranno gettate le basi per la permanenza del capitano giallorosso all’interno del club anche dopo che avrà appeso gli scarpini al chiodo. Buon minutaggio anche per Daniele De Rossi, che ha iniziato la preparazione in ritardo, non partecipando al ritiro di Riscone di Brunico, dopo l’esperienza con la nazionale azzurra di Cesare Prandelli nella Confederations Cup in Brasile. Insomma, un’uscita convincente sotto ogni punto di vista, con il tecnico francese Garcia che ha espresso il suo gradimento riguardo quanto visto in campo, spiegando che quanto fatto vedere dalla squadra, nella manovra che ha portato alla realizzazione del terzo gol firmato da Tallo, è ciò per cui il tecnico sta lavorando dall’inizio della sua avventura a Roma.

L’amichevole americana si è chiusa con il gol di Rodriguez, nei minuti di recupero, che ha regalato almeno la rete della bandiera alla All Star della MLS, ma ciò che più conta, al di là del risultato finale, è che questa Roma sta già iniziando a piacere e convincere, a meno di un mese dall’inizio di un campionato che per i colori giallorossi dovrà segnare il riscatto, dopo la storica sconfitta subita contro la Lazio nella finale di Coppa Italia, e l’esclusione per il secondo anno di fila dalle Coppe europee, un’eventualità che non si presentava da ben diciotto anni.

Loading...

Vi consigliamo anche