0 Shares 17 Views
00:00:00
18 Dec

Le due facce della Nazionale Italiana: pareggi e delusione

Francesco Calderone - 12 giugno 2013
12 giugno 2013
17 Views

Gli azzurri portano a casa solo pareggi: questo il resoconto di fronte al quale si sono ritrovate le due formazioni italiane. Per Prandelli c'è un 2-2 che mostra una squadra non ancora al top, capace di farsi rimontare sul doppio vantaggio, che spreca e non convince, mentre per gli azzurrini di Mangia c'è una partita non entusiasmante, affrontata forse con troppa leggerezza, ma che almeno consolida il primato nel girone per gli Europei Under 21.

A Tel Aviv gli Azzurrini sono scesi in campo consapevoli della qualificazione e pronti a giocarsi, con la Norvegia, il primato nel girone. La partita non è certo stata stellare, magari per l'assenza di Insigne, destinato alla tribuna per l'infortunio alla caviglia contro Israele, ma anche per la presenza di Destro. Il romanista non ha saputo imporsi, pur avendo avuto a disposizione numerose palle gol, alcune clamorose, come l'azione al 58' quando, saltato il portiere Ostbo, è stato in grado di mandare fuori un gol praticamente fatto. Al 90' addirittura la beffa: un rigore generoso in favore dei norvegesi per un contatto dubbio tra capitani in area. Al penalty trasformato da Strandberg, però, risponde al 94' Bertolacci che, spalle alla porta, segna il gol che garantisce il primato alla squadra. Bisogna comunque applaudire il carattere messo in campo dai ragazzi di Mangia, che con orgoglio e voglia di giocarsela fino alla fine, hanno ottenuto l'ennesimo risultato utile consecutivo.

Il carattere è mancato invece agli azzurri di Prandelli, che a Rio De Janeiro hanno rivissuto un incubo di 39 anni fa. Troppa sufficienza: l'amichevole contro Haiti, in vista dell'imminente Confederations Cup, ha svelato un gruppo ancora acerbo. La squadra, sul 2-0, è stata in grado di farsi rimontare, per un assurdo 2-2 proprio nel finale. C'è da dire che Prandelli ha testato una formazione inedita. Eppure la dinamica coppia CerciCandreva non è riuscita a dare continuità alla fase offensiva: è stato necessario infatti inserire Balotelli ed El Shaarawy per dare aggressività. Ma questo non ha impedito la disfatta: al gol storico di Giaccherini, avvenuto a 19'' dall'inizio, e al raddoppio di Marchetti al 27', sono seguiti prima il gol su rigore di Saurel all'85' e poi il devastante 2-2 siglato da Peguero al 91', che ha gelato la Nazionale tutta. Lo sconforto arriva direttamente da Prandelli stesso, che a fine gara dichiara: “Abbiamo fatto una brutta figura perchè se pareggi con Haiti fai una brutta figura”, e conclude dicendo: “L'aspetto fisico è la cosa più importante tant'è che nell'uno contro uno perdevamo velocità. Speriamo fra 5 giorni di migliorarci, lavoreremo su questo. Inoltre quando cambi tanto è difficile trovare i giusti equilibri, però adesso che inizia la Confederations li troveremo”.

Questi assurdi avvenimenti calcistici hanno poi trovato degna conclusione in una ridicola gaffe della Rai che, all'avvio della partita, mostrava questa grafica: “Pepepepepe 1-0 Quaquaquaqua”. Che sia stato il presagio di una serata veramente folle?

[foto: fattorefamiglia.com]

Francesco Calderone

Loading...

Vi consigliamo anche