0 Shares 8 Views
00:00:00
11 Dec

Pirlo: ‘Vorrei chiudere la carriera alla Juve, ma ho bisogno della fiducia di tutti’

LaRedazione
9 agosto 2013
8 Views

Pirlo parla chiaro: ‘Vorrei chiudere la carriera alla Juve, ma ho bisogno della fiducia di tutti’. Il centrocampista della Juventus, campione del mondo nel 2006 e fulcro del centrocampo della squadra allenata da Antonio Conte, parla dal ritiro della tournée americana dei bianconeri, e dice la sua su critiche e perplessità che ultimamente lo hanno coinvolto. Pirlo infatti si sta avvicinando a quella che potrebbe essere l’ultima stagione ad altissimi livelli della sua carriera: in corsa con la Juventus non solo del terzo scudetto consecutivo, ma anche di una prova in Champions League che possa restare nella storia del club bianconero. Dopo gli impegni con il club, poi, a fine stagione ci saranno i mondiali in Brasile, con ogni probabilità l’ultima rassegna iridata alla quale Pirlo parteciperà con la maglia della Nazionale.

Insomma, tante aspettative, ma quanto visto nelle prime uscite stagionali della Juventus ha fatto un po’ storcere la bocca ai detrattori del centrocampista. Soprattutto il clamoroso errore nella partita perduta tre a uno contro il Los Angeles Galaxy, con un retropassaggio avventato di Pirlo che ha letteralmente mandato in porta un attaccante avversario, ha scatenato molte critiche alle quali il regista della nazionale si è sentito di rispondere prontamente. Anche perché alla fine di un anno così intenso, Pirlo si troverà anche a dover discutere il rinnovo del contratto in scadenza, e così il centrocampista ha voluto fugare ogni dubbio riguardo le volontà sul prosieguo della sua carriera.

Pirlo ha affermato di voler restare fino alla fine dei suoi giorni da calciatore professionista alla Juventus, ma per poterlo fare ha bisogno di sentire la massima fiducia da parte dell’ambiente, fiducia che negli ultimi tempi è arrivata solo a intermittenza. Questo nonostante l’arrivo di Pirlo in bianconero, due stagioni fa, abbia rappresentato un favore decisivo per la rinascita juventina, che sotto le gestioni di Ferrara e Delneri aveva vissuto due annate clamorosamente deludenti, per poi tornare sul trono d’Italia all’inizio della gestione Conte, conquistando uno scudetto che, escludendo l’era – Calciopoli, mancava a Torino dal lontano 2003. Il tecnico bianconero aveva immediatamente affidato all’ex Milan le chiavi del centrocampo, e lui l’aveva pagato con una regia sopraffina, che con la finale dell’Europeo 2012 conquistata con la Nazionale, l’aveva portato alle soglie del Pallone d’Oro. Per questo Pirlo ha digerito male le ultime critiche: gli estimatori del centrocampista non mancano, in primis Ancelotti al Real Madrid, ma il regista ha confermato di considerare la Juventus una priorità, e se sentirà la fiducia incondizionata da parte dell’ambiente, quella che ha ricevuto negli ultimi due anni, il rinnovo del contratto non sarà un problema.

Vi consigliamo anche