0 Shares 11 Views
00:00:00
18 Dec

Qualificazioni mondiali 2014: Danimarca-Italia, ultimo sforzo per entrare nelle G8

LaRedazione - 11 ottobre 2013
LaRedazione
11 ottobre 2013
11 Views
Qualificazioni mondiali 2014: Danimarca-Italia, ultimo sforzo per entrare nelle G8

La qualificazione ai Mondiali del 2014 in Brasile è già stata conquistata dalla Nazionale italiana di Cesare Prandelli, ma gli ultimi appuntamenti dei prossimi giorni contro Danimarca ed Armenia, che chiuderanno il girone di qualificazione dell’Italia, sono comunque degli appuntamenti da vincere. Con una vittoria stasera a Copenaghen, gli azzurri infatti si garantirebbero un posto come teste di serie al sorteggio per la competizione iridata, che sarà effettuato dalla FIFA nel prossimo mese di dicembre.

Va sottolineato come in tutte le edizioni dei Campionati del Mondo in cui l’Italia è stata presente, gli azzurri sono sempre stati sorteggiati come teste di serie, fatta eccezione per il 1970 nel quale il sorteggio fu integrale, senza suddivisione delle allora sedici formazioni partecipanti in fasce. Per far parte anche questa volta del gruppo delle elette, ed evitare dunque già nel girone eliminatorio della fase finale in Brasile una grande come ad esempio i padroni di casa, l’Argentina, la Germania oppure la Spagna, l’Italia dovrà ottenere almeno tre punti negli ultimi due impegni.

Nel caso in cui il colpo in Danimarca non dovesse riuscire (i padroni di casa sono ancora in corsa per il secondo posto nel girone di qualificazione, ed il conseguente accesso agli spareggi), ci sarebbe comunque la prova d’appello di martedì prossimo allo stadio ‘San Paolo’ di Napoli contro l’Armenia. Solo se non dovesse arrivare neppure una vittoria in questi ultimi due match, la situazione si complicherebbe.

Una situazione dunque comunque favorevole per gli azzurri, ma al CT Prandelli farebbe senz’altro piacere chiudere i conti già in Danimarca, per provare magari nell’impegno finale, contro un’Armenia già fuori dai giochi, qualche esperimento con qualche giocatore fin qui poco utilizzato. A Copenaghen (fischio di inizio alle ore venti e quindici) spazio dunque alla miglior formazione possibile, con Buffon in porta (con ogni probabilità il capitano della Nazionale lascerà spazio a Marchetti nell’impegno finale contro l’Armenia), una difesa composta da una coppia di esterni fin qui inedita, ovvero Balzaretti, al ritorno dopo gli Europei di quindici mesi fa, e De Silvestri, e dalla coppia Ranocchia – Chiellini al centro, viste le contemporanee assenze nel reparto, per vari motivi, di Barzagli, Maggio e Bonucci.

A centrocampo, out De Rossi, acciaccato Verratti e fuori per scelta tecnica Pirlo, in cabina di regia ecco Montolivo al fianco di Thiago Motta, quindi un trio di incursori composto da Marchisio, Diamanti e Candreva agirà alle spalle di Osvaldo, che sostituirà l’infortunato Balotelli.

Loading...

Vi consigliamo anche