0 Shares 14 Views
00:00:00
15 Dec

Seria A, 7a giornata: Roma Napoli Juve la classifica prende forma

LaRedazione
7 ottobre 2013
14 Views

Parlare di fuga a tre, dopo solo sette giornate può sembrare perlomeno avventato, ma è indubbio che l’ultima giornata di campionato abbia creato la prima spaccatura in classifica, con la Roma saldamente al comando, grazie a un punteggio pieno che ha quasi dell’incredibile, e Napoli e Juventus distanti solo due punti. Subito dietro la squadra più vicina è l’Inter, a cinque punti dal secondo posto, seguita dal sorprendente Verona, la Fiorentina e via via tutte le altre.

La Roma di Garcia è indubbiamente la sorpresa più bella e sabato sera ha risposto a tutti i critici che accusavano i giallorossi di non aver ancora incontrato una big. Contro un’Inter in cerca di conferma la Roma ha giocato una partita tecnicamente ineccepibile e piuttosto cinica, segnando nel primo tempo i tre gol che hanno poi fissato il risultato finale sullo 0 – 3.

Che agli uomini di Garcia stia girando tutto per il verso giusto è abbastanza evidente, e alcuni episodi della partita contro l’Inter sembrano confermare tale evidenza, ma questo fatto accredita la tesi per cui la Roma possa veramente restare in vetta fino alla fine, a patto di mantenere la lucidità mentale quando la condizione fisica strabordante di questo periodo inevitabilmente scemerà un po’ e arriveranno i momenti difficili.

Tutto facile anche per il Napoli, che al San Paolo ha liquidato il Livorno con il risultato di 4 – 0, per quanto i toscani, soprattutto nel primo tempo, abbiano cercato di impensierire la squadra di Benitez, potendo anche recriminare per un rigore non concesso sul punteggio di 1 – 0. Gli azzurri si sono dimostrati la solita macchina da gol, anche in assenza di Higuain, denotando, tuttavia, ancora qualche amnesia difensiva di troppo. Il fatto di non dipendere dal bomber argentino è indubbiamente la nota più positiva della giornata napoletana, ma la squadra sembra ancora avere troppi alti e bassi. Se Benitez riuscirà a dare maggior equilibrio, il Napoli ha indubbiamente le qualità per dire la sua fino alla fine.

Vittoria importante per la Juventus, che dopo le polemiche seguite alle partite contro Chievo e Torino, e dopo il deludente pareggio di Champions, ottiene una convincente vittoria per 3 – 2 contro un Milan sempre più irriconoscibile. Gli uomini di Conte non sembrano avere ancora la brillantezza degli ultimi due anni, ma nella vittoria di ieri si è sicuramente rivisto un po’ di quel furore che li ha resi protagonisti nei due scudetti.

Di fronte c’era una squadra falcidiata dagli infortuni e senza identità, ma la Juve è stata capace di reagire allo schiaffo iniziale, l’ennesimo, e ribaltare una partita poi vinta meritatamente. Ancora troppi, tuttavia, i gol concessi agli avversari, spesso frutto di disattenzioni non usuali per i bianconeri. Conte lo ripete spesso, ma la Juventus quest’anno non potrà permettersi cali di tensione, se vuole il tris, anche perché il campionato sta parlando chiaro: Napoli e Roma vogliono essere protagoniste.

Loading...

Vi consigliamo anche