0 Shares 10 Views
00:00:00
16 Dec

Seria A, 8a giornata: Roma-Napoli notte da leoni all’Olimpico

LaRedazione - 18 ottobre 2013
LaRedazione
18 ottobre 2013
10 Views
Seria A, 8a giornata: Roma-Napoli notte da leoni all'Olimpico

Dimenticata la nazionale di Prandelli, è di nuovo il momento di tuffarsi nel campionato italiano e l’occasione è di quelle da brividi. Stasera alle 20.45 nel rovente stadio Olimpico di Roma si affrontano la prima e la seconda in classifica in una gara che, seppur non decisiva, potrebbe dare una svolta al campionato di entrambe. I romani, sulla scia delle sette vittorie consecutive provano a continuare la striscia, ben conoscendo la forza dell’odierno avversario che certamente Rudy Garcia non sottovaluta.

Dal canto suo il Napoli sa che un successo stasera lo proietterebbe in testa alla classifica e calmerebbe un po’ i bollenti spiriti dei giallorossi, che si trovano in una posizione di classifica che prima del campionato nessuno gli avrebbe attribuito. I due tecnici che si conoscono molto bene e si stimano reciprocamente hanno naturalmente giocato un po’ a nascondino nelle interviste rilasciate prima della gara con Garcia che mette l’avversaria nella posizione di favorita, pur ammettendo che la sua formazione cercherà di fare ” l’exploit “.

Per quanto riguarda le scelte degli undici da mandare in campo, Garcia dimostra di aver già ben appreso le tipiche frasi italiane quando dice ” Preferisco avere una scelta difficile che non avere scelta ” e continua motivando indirettamente tutti i suoi uomini ” Anche perché il nostro livello non cambia in base a chi gioca”. Richiesto di un parere sul tecnico e sulla squadra avversaria Garcia è stringato ed efficace: “Benitez è un esempio e ha quasi due squadre”.

Garcia ammette che il Napoli avrà subito dopo, un importante appuntamento in Champions League contro il Marsiglia, ma è sicuro che si impegnerà al massimo anche in questa partita. Garcia dovrebbe schierare tutte le sue stelle, Da Totti a Gervinho, da De Rossi a Strootman, da Florenzi a Castan, anche se le condizioni di quelli che hanno giocato nelle varie nazionali saranno valutate sino all’ultimo momento e non sono escluse variazioni a sorpresa. Unico assente certo Balzaretti, squalificato.

Profilo basso anche per il tecnico napoletano Benitez, anche lui alle prese con problemi di formazione, con Albiol ed Higuain in dubbio, ma con un Insigne in grande forma e le certezze che si chiamano Hamsik, Callejon e Pandev, e Maggio che ritorna pienamente a disposizione e la sola assenza certa di Zuniga. Benitez si esprime con estrema chiarezza dicendo ” Se facciamo tre punti all’Olimpico non abbiamo di certo vinto lo scudetto. Se non faremo bene, continueremo a lavorare ” togliendo così la pressione ai suoi ragazzi.

Il tecnico partenopeo deve anche valutare le condizioni di Armero e Fernandez, anche loro di ritorno dagli impegni internazionali e che si sono aggregati alla squadra ieri a Roma. Benitez tesse anche le lodi di Garcia, che considera un ottimo tecnico, i due si sono affrontati direttamente quando Benitez sedeva sulla panchina del Liverpool e Garcia su quella del Lille, e fu il tecnico spagnolo ad ottenere il passaggio del turno nella competizione europea. Benitez si è espresso anche sulla presenza alla partita di Maradona, dicendo scherzosamente che gli dispiace di non poterlo schierare in campo.

Le probabili formazioni: ” Roma– De Sanctis, Maicon, Benatia, Castan, Torosidis, Pjanic, De Rossi, Strootman, Florenzi, Totti, Gervinho. All.: Garcia. Napoli – Reina, Maggio, Albiol, Britos, Armero, Inler, Berhami, Callejon, Hamsik, Insigne, Higuain. All.: Benitez. “

Loading...

Vi consigliamo anche