0 Shares 17 Views
00:00:00
15 Dec

Serie A, 15a giornata: Roma batte Fiorentina 2-1 e torna a -3 dalla Juventus

LaRedazione - 9 dicembre 2013
LaRedazione
9 dicembre 2013
17 Views
Serie A, 15a giornata: Roma batte Fiorentina 2-1 e torna a -3 dalla Juventus

Dopo quattro pareggi consecutivi, all’Olimpico la Roma di Garcia torna alla vittoria contro la Fiorentina di Montella, in una partita difficile, intensa ed emozionante.

In una partita vibrante e ad alta velocità, si rialza la squadra di Rudi Garcia: protagonista Mattia Destro, il centravanti rientrato dopo un lungo infortunio, che riporta la Roma a meno tre dalla Juve e a più cinque sul Napoli, grazie ad un gol siglato al 67’.

Non poteva esserci rientro migliore per Destro. La Roma era andata in vantaggio al 7’ con Maicon e aveva subito il pareggio della Fiorentina con Juan Vargas al 29’. Poi il sigillo di Destro e la grande parata di De Sanctis al 70’, sulla punizione di Pasqual. Nonostante la sconfitta, soddisfatto Montella, che ha dichiarato: “Eccetto la sconfitta, una grande prestazione”.

Poi una battuta simpatica su Gervinho, autore di un grande match: “Andrebbe assolutamente legato“. In sedici incontri giocati all’Olimpico, quest’ultima è la tredicesima affermazione dei giallo-rossi. Dopo la rocambolesca sconfitta con la Fiorentina, ritorna alla vittoria la rivelazione del campionato, il Verona di Mandorlini che, dopo lo svantaggio ad opera di Denis, nel finale ha ribaltato il risultato, prima con Gomez Taleb (82’) e poi all’87’ con il rigore di Jorginho.

Verona che resta in zona Europa, con 28 punti. Atalanta a quattro punti dalla penultima posizione. Contestazioni atalantine per il rigore e un precedente calcio d’angolo concessi al Verona. Dopo il pareggio interno col Sassuolo, ritorna alla vittoria anche il Cagliari. Grazie alla doppietta di Sau nella ripresa, che ha risposto al vantaggio di Gilardino. Eder e Gabbiadini regalano tre punti importanti alla Sampdoria: sempre più nero il periodo per il Catania di Gigi De Canio, che proprio non riesce ad uscire da una situazione davvero difficile.

Da registrare il primo successo sulla panchina blucerchiata per Sinisa Mihajlovic, che a fine partita ha rivelato: “Mi piace far giocare i miei giocatori a piedi invertiti”. Cade in casa il Sassuolo, dopo l’ottimo pareggio esterno col Cagliari: Theréau regala tre punti al Chievo Verona, che si porta a +4 in classifica proprio sul Sassuolo. Della crisi Lazio ne approfitta il Torino che, con un ottima prestazione, e con la rete di Glik, vince 1-0 all’Olimpico: sempre più indeciso il futuro sulla panchina biancoceleste per Petkovic, che a fine partita ha sottolineato il suo rammarico.

Negli anticipi, il Napoli venerdì ha impattato con un pirotecnico 3-3 al San Paolo contro l’Udinese. Sembrava essersi mezza bene per la squadra di Rafa Benitez, con il doppio vantaggio di Pandev, poi l’autogol del napoletano Fernandez e il pareggio degli uomini di Guidolin con Bruno Fernandes. Vantaggio ospite con Basta, e a 10’ dal termine, pareggio di Dzemaili. Primi fischi dei tifosi napoletani per la scarsa prestazione della squadra di De Laurentiis, festa invece per un’ottima Udinese.

Espulsi per proteste Guidolin e l’allenatore in seconda. Mentre nell’anticipo di sabato, il Milan, dopo le vittorie esterne di Glasgow e Catania, è stato bloccato sul 2-2 al Picchi, contro il Livorno. Unica nota positiva la doppietta di un super Mario Balottelli.

Prima in rete su assist di Kakà, poi la rimonta del Livorno con Siligardi e Paulinho, e a 7’ dal termine bolide su punizione di Super Mario. Ma Allegri tuona la carica: “Serve di più, in Champions contro l’Ajax ci vuole un altro Milan”. Ottima prova della squadra di Davide Nicola. Ha chiuso la 15esima giornata il pirotecnico 3-3 tra Inter e Parma: al vantaggio con Sansone, poi il pareggio interista con Palacio e, in chiusura di primo tempo, il vantaggio ospite con Parolo. Nella ripresa rimonta Inter ancora con Palacio e poi Guarin, pareggio ancora di Sansone.

L’Inter sembra non saper più vincere, mentre continua l’ottimo momento degli uomini di Donadoni. Guida la classifica la Juve (40), a seguire la Roma (37), Napoli (32), Inter (28), Fiorentina (27), Verona (25), Torino e Genoa (19), Milan Cagliari e Parma (18), Lazio, Atalanta e Udinese (17), Chievo (15), Sampdoria e Sassuolo (14). Chiudono la graduatoria Livorno (12), Bologna (12) e Catania (9).

Dunque, la 15a giornata del Campionato di  Serie A, riapre la corsa alla vetta, con  una Roma in una forma strepitosa, che si porta a meno tre punti dalla prima in classifica e più cinque del Napoli. Ottima prova anche per il Milan a Livorno che attende qualche conferma mercoledì 11, nel prossimo match di Champions contro l’Ajax.

Loading...

Vi consigliamo anche