0 Shares 16 Views
00:00:00
14 Dec

Serie A, 7a giornata: turno dei big match Inter-Roma e Juve-Milan

LaRedazione
4 ottobre 2013
16 Views

Week-end di grande fascino quello offerto della settima giornata del campionato di Serie A 2013/14. Si parte con due anticipi del sabato che verosimilmente daranno grande informazioni per quello che concerne la lotta per non retrocedere e quella per i primi posti della classifica. Alle ore 18,00 si sfidano al Bentegodi di Verona sotto la direzione di Doveri, i padroni di casa del Chievo di Sannino e l’Atalanta di Colantuono.

L’Atalanta è in cerca di conferme per capire se anche quest’anno è attesa da un campionato di relativa tranquillità oppure occorrerà soffrire qualcosina di più. Per il Chievo c’è la consapevolezza che la salvezza passa per le gare in casa e quindi c’è la necessità di centrare una vittoria. Il vero match clou di questa giornata si gioca allo stadio San Siro di Milano con la sfida tra l’Inter di Mazzarri e la sempre più sorprendente Roma di Rudi Garcia, con la direzione arbitrale di Tagliavento.

Un match che si preannuncia molto spettacolare e che in sostanza è una verifica per entrambe le compagini per capire quanto effettivamente possono essere considerate competitive per il massimo traguardo. Per quanto concerne le formazioni, nell’Inter dovrebbe essere confermato il modulo 3-5-1-1 con Alvarez alle spalle di Palacio, Jonathan sulla corsia destra, nel mezzo certa la presenza di Guarin con Cambiasso mentre è ballottaggio Taider – Kovacic per l’ultima maglia disponibile in mediana.

Nella Roma, Garcia non ha intenzione di toccare l’equilibrio acquisito ripartendo dal tridente offensivo atipico composto da Totti, Florenzi e Gervinho. La settima giornata prevede due succulenti posticipi domenicali che vedono in campo la Juventus di Conte contro il Milan di Allegri e all’Olimpico di Roma, la Lazio di Petkovic opposta alla Fiorentina di Montella. La sfida di Torino è indubbiamente quella più attesa, per la quale è stato designato Rocchi. La Juventus ci arriva in un momento nel quale non c’è una particolare brillantezza come del resto ha palesato la non eccelsa prestazioni di mercoledì contro il Galatasaray in Champions.

Conte ha in sostanza deciso la formazione con in avanti Tevez che dovrebbe essere supportato da Fabio Quagliarella anche se non è da escludere un cambio di modulo con Vidal più alto e centrocampo composto da Pirlo, Pogba e Marchisio. Nel Milan è emergenza soprattutto in attacco dove mancano Pazzini, Balotelli, El Shaarawy e Kakà. Allegri ha poco da scegliere se non valutare se supportare Matri e Robinho con Niang oppure prevedere una mediana più compatta.

Possibile che alla fine si opti per Montolivo nel ruolo di trequartista. La sfida dell’Olimpico che sarà diretta da Orsato, vede due formazioni con diversi problemi di formazioni. Petkovic, privo di Klose, dovrebbe optare per Floccari con a supporto Hernanes ed Candreva. Nella Fiorentina ancora assente Mario Gomez, dovrebbe recuperare Rossi dalla contrattura anche se non è detto che Montella lo voglia rischiare dal primo minuto. In mediana Borja Valero e Aquilani con Cuadrado sulla corsia destra. Nel pomeriggio l’altra grande, il Napoli di Benitez, affronta al San Paolo il sorprendente Livorno di Nicola con designazione arbitrale di Bergonzi.

Per il tecnico spagnolo ci sono diverse defezioni tra cui Maggio, Raul Albiol e Higuain. Probabile che venga schierato Duvan Zapata con Meertens sulla sinistra, Hamsik al centro e Callejon sulla destra. In difesa Cannavaro gioca in coppia con Britos. Completano il turno la sfida delle 12,30 tra Parma e Sassuolo affidata a De Marco mentre nel pomeriggio le gare Catania – Genoa a Calvarese, Sampdoria Torino a Gervasoni, Udinese – Cagliari a Peruzzo e Bologna – Verona affidata a Valeri.

Loading...

Vi consigliamo anche