0 Shares 13 Views
00:00:00
13 Dec

2012, la fine del mondo è vicina?

13 novembre 2009
13 Views

E’ ormai fobia relativa alla presunta profezia Maya secondo cui nel 2012 ci sarà la fine del mondo, complice anche l’uscita nelle sale italiane di 2012, il film diretto da Roland Emmerich con John Cusack, Chiwetel Ejiofor, Amanda Peet, Oliver Platt e Thandie Newton.

Un vero e proprio disaster movie che non si risparmia e sfrutta la paura collettiva per raccontare il mondo di oggi, funestato da angosce che spesso sono banali o comunque frutto della contorta mente umana.

Emmerich prende proprio le mosse dalla profezia Maya secondo cui la terra sarebbe nata l’11 agosto del 3114 AC e sarebbe destinata a finire, secondo il loro Calendario Lungo Computo, il 21 dicembre 2012.

In realtà si tratta di una profezia già smentita perchè, stando agli esperti, in realtà il 2012 potrebbe rappresentare solo la fine di un’era.

John Cusack è Jackson Curtis, uno scrittore la cui devozione verso il suo romanzo fallimentare ma potenzialmente brillante lo ha portato a distruggere il matrimonio e la sua famiglia; tuttavia Jackson rimane un padre leale e quando la situazione lo richiede, proverà di essere pronto a tutto per salvare la sua famiglia.

Amanda Peet è l’ex moglie di Jackson, Kate, che mantiene un rapporto amichevole con lui, anche se è stanca di competere con il suo lavoro per ottenere l’attenzione che desidera.

Quando le placche terrestri iniziano a spostarsi, distruggendo anche Los Angeles, Jackson e la sua famiglia saranno coinvolti in un viaggio disperato per terra e per aria, con l’obiettivo di sopravvivere e vedere il nuovo mondo.

Nel frattempo, ai piani più alti dei governi mondiali, c’è un progetto: non sarà infatti possibile salvare l’intera razza umana ma solo alcune persone, che avranno la possibilità di ricominciare una società da zero.

Il presidente Thomas Wilson, interpretato da Danny Glover, capisce rapidamente la crisi che il mondo sta per fronteggiare e allo stesso modo previene un’isteria di massa mantenendo il segreto; Chiwetel Ejiofor interpreta il responsabile dei consiglieri scientifici del presidente, Adrian Helmsley, che è riuscito a decodificare i messaggi della Terra ed è determinato a fare di tutto per aiutare il maggior numero di persone possibile.

Carl Anheuser (Oliver Platt), il responsabile dello staff presidenziale, è anche lui determinato a far sopravvivere la società, almeno quella parte che se lo può permettere; Thandie Newton, che interpreta la figlia del presidente Laura, è scioccata per la scoperta di quello che il governo del padre sta nascondendo al mondo. In effetti, sembra che l’unico uomo che non faccia parte del governo e con un’idea chiara di quello che sta per accadere sia il conduttore radiofonico (e forse profeta) Charlie Frost (Woody Harrelson), che trasmette le sue previsioni a tutti quelli che vogliono ascoltarlo.

Nonostante il fascino intrinseco, 2012 non ha spessore e gli argomenti vengono solo sfiorati e mai approfonditi proprio come ha sottolineato Variety; effetti speciali spettacoli e una sequenza meravigliosa in cui si vede Roma crollare mentre il premier italiano rimane a pregare insieme al Papa anziché mettersi in salvo quando il pianeta sta per essere sommerso dalle acque.

Arnold Schwarzenegger invece, secondo il film nel 2012 sarà ancora Governatore della California; è suo il sosia che viene inquadrato pochi istanti prima del disastro e che, parlando in televisione, traquillizza la popolazione. La popolazione replica solo che "quello è un attore, può dire quello che gli pare".

Sarà questa la vera profezia del film? L’occhio vigile della gente comune sul futuro?

Vi consigliamo anche