0 Shares 13 Views
00:00:00
11 Dec

70esima Mostra del Cinema di Venezia: tre i film italiani in concorso

LaRedazione
26 luglio 2013
13 Views

Si tratta di L’intrepido, diretto da Gianni Amelio, con protagonista Antonio Albanese, Via Castellana Bandiera con la regia di Emma Dante e il documentario Sacro GRA di Gianfranco Rosi. Oltre ai partecipanti italiani saranno in gara altre 17 produzioni, portando così a 20 il numero dei contendenti al Leone d’oro, che sarà assegnato dalla giuria. Madrina delle cerimonie di apertura e di chiusura della manifestazione sarà Eva Riccobono, che riceverà il testimone da Kasia Smutniak. La Riccobono, modella di fama internazionale ha debuttato anche nel mondo del cinema partecipando nel 2008 al film di Carlo Verdone, “Grande, grosso e Verdone”, a cui sono seguiti nel 2011 “E la chiamano estate” e quest’anno “Passione sinistra” e “Niente può fermarci”.

Il film di Gianni Amelio è incentrato sulla figura di Antonio Pane, un milanese a cui presta il volto Antonio Albanese, alle prese con il mestiere di rimpiazzo, un lavoro che lui si è inventato sfruttando le assenze temporanee dal lavoro di chi teme di essere scoperto. Albanese, che già in passato ha fatto vedere cose eccellenti nelle vesti di vari personaggi, si trova quindi a disimpegnarsi in varie professioni come quelle di cameriere, calzolaio, muratore, tramviere, ambulante e persino gonfiatore di palloncini.

Via Castellana Bandiera, che è una coproduzione italo svizzera è un film che in alcuni passaggi scende nel grottesco. L’azione che dà lo spunto alla trama del film si svolge in una strada di Palermo, via Castellana Bandiera appunto, nella quale due automobili non riescono a passare a causa della su ridotta larghezza. La storia strizza un po’ l’occhio alla narrazione di Alessandro Manzoni, con le due protagoniste che non intendono assolutamente cedere il passo l’una all’altra. Le due rivali sono la siciliana Rosa, che è interpreta dalla regista Emma Dante e la milanese Clara, Alba Rohrwacher, che è scesa a Palermo per partecipare ad un matrimonio. Altra protagonista è Elena Cotta, che interpreta il ruolo di Samira, una anziana albanese.

Il 3°film italiano, Sacro GRA, è un documentario nel quale il regista Gianfranco Rosi narra le varie fasi di un viaggio-inchiesta sul Grande raccordo anulare di Roma, facendoci vedere da vicino le storie personali degli abitanti che vivono intorno al GRA. Per la realizzazione del documentario Rosi si è mosso in camper per oltre un anno proprio sul GRA. Tra i film stranieri in gara si segnalano il padre del cartoon giapponese, Hayao Miyazaki, che presenta Kaze Tachinu, i britannici Stephen Frears con Philomena e Terry Gilliam con The zero theorem un film con un cast stellare composto da Christoph Waltz, Matt Damon, e Tilda Swinton.

Vi consigliamo anche