A San Diego varato l’hotel a luci rosse

E’ stato inaugurato circa un mese a San Diego, in California, il primo hotel a luci rosse pensato per attirare quei clienti facoltosi alla ricerca di sfrontatezza e lusso sfrenato.

L’Ivy Hotel, come spiegato dal Los Angeles Times, è composto da 159 camere, tutte suite, ognuna delle quali propone ambientazioni diverse per gli amanti del lusso e del sesso.

La suite più costosa è prenotabile al prezzo di 3000 dollari per notte ed è dotata di letti giganti, docce di gruppo e un palo d’acciaio per le esibizioni di una stripper/lap dancer; le suite più economiche possono essere prenotate a partire da 450 dollari a notte.

Anche lo staff dell’Ivy Hotel è stato accuratamente selezionato e risponde a determinati criteri che comprendono il saper camminare sui tacchi alti e sapersi muovere, ed essere a proprio agio, con miniabiti incredibili.

Non un bordello ma un hotel di lusso con fotografie di donne in lingerie, pareti rosse e pavimenti di marmo.

“Volevamo qualcosa un pò voyeuristico e un pò seducente”, ha detto Michael Kelly, uno dei proprietari dell’hotel a luci rosse, che ha poi definito l’albergo “un parco giochi per adulti, sicuramente non a buon mercato” ma destinato appunto ad una clientela facoltosa e abituata agli eccessi di Hollywood e a quelli di Las Vegas.

Alcuni sociologi hanno definito l’Ivy Hotel come l’hotel per i peccatori e per gli uomini d’affari che tradiscono le proprie mogli calcolando che il giro d’affari che ruota intorno alle infedeltà coniugali dei manager è pari a 75.000 dollari ogni anno.