0 Shares 4 Views
00:00:00
12 Dec

Ai tristi Golden Globes vince Espiazione

14 gennaio 2008
4 Views

Come nella migliore delle tristi sceneggiature, si è svolta la "cerimonia" di consegna dei Golden Globe, i premi che precedono gli Oscar e che sono stati "vittime" dello sciopero degli sceneggiatori che sta bloccando Hollywood.

E’ stato dunque rispettato ciò che era stato annunciato: una semplice conferenza stampa in cui ad alternarsi sul palco sono stati dei giornalisti che hanno letto i verdetti e consegnato i premi.

Espiazione, storia d’amore tratta dall’omonimo bestseller di Ian McEwan ambientato durante la seconda guerra mondiale, è stato premiato come miglior film drammatico e per la colonna sonora composta dall’italiano Dario Marianelli.

Miglior commedia dell’anno è Sweeney Todd: The Demon Barber of Fleet Street di Tim Burton con Johnny Depp che si è aggiudicato il premio per il migliore attore brillante; Daniel Day Lewis ha vinto fra gli attori drammatici per There will be blood.

Julie Christie ha vinto la statuetta come miglior attrice per Away From Her mentre Marion Cotillard, vestendo i panni di Edith Piaf in La vie en rose, si è portata a casa il premio come migliore attrice brillante.

Migliore attrice non protagonista è Cate Blanchett per Io non sono qui in cui interpreta Bob Dylan e analogo premio sul fronte maschile per Javier Bardem con Non è un paese per vecchi.

Non è un paese per vecchi ha vinto anche il premio come migliore sceneggiatura non originale, mentre la pellicola franco-americana Lo Scafandro e la farfalla si è aggiudicata il premio per la migliore regia, andato a Julian Schnabel, e quello per il miglior film straniero.

Vi consigliamo anche