Battlefield: Bad Company per Xbox 360 e Ps3

Che cosa è? Un film o un videogame? E’ molto facile porsi questa domanda quando si tratta di Battlefield: Bad Company, lo sparatutto adrenalinico in prima persona per Ps3 e Xbox 360 che sfrutta al 100% le meraviglie dell’alta definizione grazie al motore grafico Frostbite.

Vestirete i panni di Marlow, un soldato arruolato nella Bad Company, un gruppo di 4 soldati usati come pedine sacrificabili nella grande scacchiera della guerra per far avanzare le truppe americane contro dei mercerari sanguinari. Per una serie di vicissitudini, i 4 soldati della squadriglia di assalto abbandonano l’esercito e si trovano completamente soli a doversi salvare la vita a vicenda.

Esplorando scenari sconfinati caratterizzati da montagne, laghi, campi da golf, zone desertiche, si dovrà fare attenzione alle mine e a dove si decide di rifugiarsi: in Battlefield l’unico materiale che non può essere distrutto dai proiettili e dalle bombe sono la roccia e dei lastroni di acciaio; il legno, il marmo, le staccionate, i muri possono essere facilmente distrutti e provocare la morte di Marlow.

Setacciare il territorio distruggendo le case o gli alberi incontrati sul proprio cammino sarà fondamentale per trovare armi, munizioni (non se ne ha mai abbastanza e si rischierà spesso di rimanere a secco) e soprattutto l’oro. Durante la fuga verso la salvezza, incontreremo aerei, carro armati, barche e una schiera di veicoli militari super corazzati.

Contrariamente a quanto si possa immaginare, la modalità multiplayer online non è prevista, quindi l’avventura non potrà essere giocata in modalità cooperativa con gli amici, ma ci si dovrà accontentare dell’elevata intelligenza artificiale.

La Ea con Battlefield: Bad Company vi catapulta al centro del conflitto Euroasiatico… riuscirete a portare sana e salva la pelle a casa?