0 Shares 11 Views
00:00:00
18 Dec

A Bologna ‘Some prefer cake’, festival del cinema lesbo

LaRedazione - 17 settembre 2013
LaRedazione
17 settembre 2013
11 Views

Inizia il 18 settembre e continua fino al 22, il festival del cinema lesbico, che anche nella settima edizione conferma la sua veste internazionale. Il ” Some Prefer Cake ” si svolgerà a Bologna e l’organizzazione è curata da Fuoricampo Lesbian Group. Oltre ai film, 51 in cartellone, tra i quali spiccano 31 prime visioni, l’evento bolognese vedrà anche mostre fotograficheun concerto, uno spettacolo di ballo, e due presentazioni di libri sull’argomento del festival.

Un programma veramente ricco e molto vario, che il Fuoricampo Lesbian Group ha voluto immortalare anche nello slogan del festival che recita: “Se non è scomoda non è la nostra rivoluzione! “. Come viene sottolineato da Luki Massa, direttrice del festival e dalla sua assistente Marta Bencich, Some Prefer Cake è fin dalla prima edizione dedicato alle lesbiche che vengono definite “scomode e resistenti”, quelle che vogliono essere visibili nella società e non si limitano a vivacchiare, ma anzi si propongono in prima persona, anche organizzando eventi culturali. La dedica speciale di questa settima edizione è per le lesbiche nere del Sudafrica, vittime molto spesso di crimi odiosi e razzisti.

Nel programma, cresciuto ed ampliato ancora una volta rispetto alle edizioni precedenti, si alternano film di animazione, documentari, fiction. Molto attesi “Soongava – Dance of the Orchids” uscito lo scorso anno, primo film nepalese in cui si racconta la vicenda di una lesbica, girato dalla regista Subarna Thapa, ed il tailandese “She: Their Love Story” nel quale ai tratti della commedia divertente si mescolano due storie d’amore.

Non mancano le occasioni di ridere, come con il film in prima italiana di Anna Margarita Albelo, “Who’s Afraid of Vagina Woolf” che vede protagonista Guinevere Turner come protagonista, mentre è in prima visione europea l’altrettanto esilarante “Heterosexual Jill“. Le location del festival bolognese sono il Nuovo Cinema Nosadella, nel quale avverranno tutte le proiezioni, e la cerimonia finale di premiazione delle opere, e “Senza Filtro – Centro per lo smistamento delle arti differenti” nel quale alla vigilia dell’apertura, mercoledì 17 si terrà il pre-festival, con la proiezione del film ” The Kiss” seguito dal documentario “Camp Beaverton” e dal concerto dal vivo di “Kalweit and the Spokes” con la presentazione in prima assoluta dell’album “Mulch”.

Sabato 21, nella stessa location, sarà la volta dell’ “Official SPC Party “. I premi del festival bolognese saranno assegnati dal pubblico e da una giuria di qualità, che premierà le migliori proposte nei settori Cortometraggio, fiction e documentario. Previsti anche molti ospiti, tra i quali Cheryl Dunye, la regista Anna Margarita Albelo, e l’attrice francese Aurélie Lemanceau. Per quanto riguarda le mostre fotografiche sono in programma “Surpassing” di Lola Flash, e “Switcheroo” di Hana Pesut che saranno ospitate in due sale della location Senza Filtro, e “Distrazioni di Lucideddu” che potrà essere visitata presso il cinema Nosaldella.

Loading...

Vi consigliamo anche