0 Shares 5 Views
00:00:00
14 Dec

Bright Star di Jane Campion, la recensione

15 maggio 2009
5 Views

E’ stato presentato a Cannes durante il Festival Bright Star, il nuovo film con cui Jane Campion si presenta in Cannes dopo la Palma d’Oro ottenuta nel ’93 per Lezioni di piano.

Bright Star è la storia d’amore tra il poeta romantico inglese John Keats (Ben Wishaw) e Fanny Brawne (Abbie Carnish), sua vicina di casa; Fanny ha ispirato il poeta Keats che per lei ha scritto le più belle lettere d’amore (Bright Star è il titolo di una poesia dedicata a Fanny) ed è attraverso gli occhi di Fanny che la Campion ha voluto descrivere la passione e il sentimento tra i due ad Hampstead, vicino a Londra del 1819.

Keats e Fanny si fidanzano ma non riescono a sposarsi; lui, colpito dalla tubercolosi, parte per la convalescenza in Italia nel 1820 e la sua morte avviene a Roma a soli 25 anni. Solo dopo la sua scomparsa, le sue poesie diventano celebri.

"Dovrebbero esserci più donne registe", ha detto Jane Campion alla presentazione per la stampa, "tutto sommato siamo più della metà del mondo e diamo la vita a tutti. Non credo che esista una donna che non sia femminista così come credo che in ogni uomo di sia una parte femminile e in me una maschile. Io vedo la storia attraverso gli occhi di Fanny, che era innamorata di Keats ed è attraverso lei che ci innamoriamo anche noi dei suoi versi".

Bright Star nel complesso è una pellicola completa nonostante l’eccessiva lunghezza e un utilizzo eccessivo degli stereotipi.

Il film uscirà in Italia il 28 agosto distribuito dalla 01.

Vi consigliamo anche