Cate Blanchette madrina del Roma FilmFest

Dopo Nicole Kidman, la star che nel 2006 ha inaugurato la Festa Internazionale del Cinema di Roma, quest’anno (18- 27 ottobre 2007) sarà il Premio Oscar Cate Blanchett nei panni di Elisabetta I ad aprire con The Golden Age di Shekhar Kapur la rassegna Première.

L’attesissimo seguito di Elizabeth, distribuito in Italia da Universal, racconta la storia della Regina vergine, la sua crociata contro la cospirazione cattolica di Maria Stuarda e la guerra vittoriosa contro l’Invincibile Armada.

Scenografia, costumi e cast eccellente per un film nel quale accanto a Cate Blanchett e a Geoffrey Rush, già protagonisti del primo film, ci sarà anche Clive Owen nei panni di Sir Walter Raleigh.

“Con The Golden Age”, ha detto il Presidente della Festa del Cinema Goffredo Bettini, “il Festival di Roma si conferma nel panorama cinematografico mondiale come un evento di qualità su cui puntano le grandi star e le grandi produzioni internazionali. Ci prepariamo ad organizzare una nuova edizione della Festa di Roma ricca di star, film ed eventi”.

Sarà invece Le Deuxième souffle di Alain Corneau ad aprire il concorso ufficiale della Festa di Roma il prossimo 18 ottobre; il film è tratto dal romanzo omonimo di José Giovanni e riunisce nel cast nomi come Daniel Auteil (Gu), Monica Bellucci (Manouche), Eric Cantona (Alban), Michel Blanc (il commissario Blot), insieme ad autentiche icone del genere come Jacques Dutronc (Orloff) e Daniel Duval (Venture Ricci).

Girato nei luoghi della storia, tra Parigi, Marsiglia e le Bouches du Rhône, Le Deuxième souffle è ambientato alla fine degli anni ’50 e racconta l’ultima odissea del pericoloso gangster Gu, fuggito di prigione, braccato dalla polizia e alla ricerca di un passaggio sicuro per andare oltre frontiera, verso l’Italia insieme alla sua compagna, Manouche; per comprarsi la libertà accetta di partecipare a un ultimo colpo e lo porta a termine con successo ma i tempi sono cambiati, il codice d’onore della malavita ha lasciato il passo all’avidità dei nuovi squali e neppure la polizia è più quella di un tempo così Gu andrà incontro al suo destino pur di non rinunciare alla sua dignità e al suo passato.