0 Shares 13 Views
00:00:00
16 Dec

Catherine Zeta-Jones ricoverata per problemi psichici

Marina Ferro - 2 maggio 2013
2 maggio 2013
13 Views

Cattive notizie dalla celebre coppia formata da Michael Douglas e Catherine Zeta-Jones. La bellissima attrice di origini gallesi ha annunciato, tramite la sua responsabile della comunicazione, un nuovo ricovero per la cura del suo disturbo bipolare.

Che l'attrice premio Oscar soffrisse di questo tipo di malattia, era noto già dal 2011, ma si pensava che il problema fosse sotto controllo in quanto Catherine aveva già affrontato, in passato, una serie di cure per risolverlo.

Il disturbo bipolare, o psicosi maniaco depressiva, è una malattia che alterna fasi di depressione a fasi di esaltazione e, alla lunga, è molto compromettente per il benessere dell'individuo in quanto non gli permette di vivere una vita serena e normale. L’attrice però è stata ricoverata in una clinica specializzata in questo genere di disturbi e pare anche che la richiesta di ricovero sia partita direttamente da lei, in quanto si sarebbe resa conto della necessità di affrontare nuovamente il problema, iniziato anche in seguito alla diagnosi di cancro fatta nel 2010 a suo marito, l'attore Michael Douglas (notizia che a suo tempo sconvolse tutto il mondo). Nessuna imposizione quindi da parte dei medici. Il periodo di cura previsto è di trenta giorni.

Peccato, perché in questo periodo Catherine Zeta-Jones era impegnata nella promozione di “Effetti collaterali", il film di Steven Soderbergh uscito negli Stati Uniti lo scorso mese di febbraio, e che è in programmazione dal 1 maggio anche in Italia, nel quale l'attrice interpreta il ruolo di una dottoressa.

Proprio nei giorni scorsi, alcuni giornalisti le avevano chiesto come andasse la sua salute e l'attrice, con visibile fastidio, aveva risposto: “Sono stufa di parlarne perché non ho nessuna voglia di diventare la testimonial contro il disturbo bipolare. Questa malattia è uscita fuori e l’ho affrontata nel miglior modo possibile. Ognuno ha i suoi problemi e li affronta come meglio può”.

E noi, cara Catherine, ti facciamo i migliori auguri di una pronta guarigione!

Marina Ferro

Loading...

Vi consigliamo anche