0 Shares 9 Views
00:00:00
14 Dec

Che uomo preferiscono le donne? Basso!

9 febbraio 2009
9 Views

In fatto di gusti le donne sembrano prediligire l’uomo basso, almeno secondo una ricerca svolta dall’associazione Donne e Qualità della Vita presieduta dalla sessuologa Serenella Salomoni ed realizzata su un campione di 560 donne di età compresa tra i 18 e i 55 anni.

L’altezza è importante, afferma il 31% di loro, meglio, però, se la statura è bassa (30%) rispetto a quella alta (27%).

I più affascinanti? Innanzitutto Piero Chiambretti (166 cm), preferito dal 20% delle intervistate, seguito a ruota dal premier Berlusconi (171 cm) per il 19%.

Seguono il ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta (160 cm), scelto dal 16%, forse perché spesso affiancato da bellissime donne più alte di lui, l’evergreen Pupo (165 cm) per il 12%, il campione olimpico Yuri Chechi (162 cm) per il 10%.

Chiudono la classifica il conduttore tv Giancarlo Magalli (163 cm) per l’8%, Nino D’Angelo (164 cm) per il 6%, i due centauri Marco Melandri (166 cm) e Max Biaggi (170 cm), rispettivamente per il 4% e il 2%, e il cantante Riccardo Cocciante con i suoi 167 cm d’altezza (3%).

Secondo lo studio svolto dalla dottoressa Salomoni, alle donne piaccioni i piccoli perché, dice il 26% delle intervistate, le fa sentire a proprio agio e al centro dell’attenzione (visto che non c’è il bel fusto di turno a sopraffarle) o comunque non le mette in soggezione (26%).

Inoltre un quarto del campione (il 25%) afferma di sentirsi in un maggiore equilibrio fisico tra le braccia di un uomo di altezza contenuta, con il quale non deve improvvisarsi acrobata per un semplice bacio.

Gli uomini di bassa statura, a detta delle donne interrogate dall’equipe di psicologi, hanno inoltre tutte le caratteristiche che fanno crollare le donne ai loro piedi: una grande personalità(25%) sviluppata per supplire le deficienze fisiche, tanta simpatia (21%), ma anche il carisma (20%), l’autoironia (16%), e l’umiltà (14%), visto che si sono ritrovati sin dall’adolescenza a lottare per affermarsi.

Vi consigliamo anche