0 Shares 11 Views
00:00:00
10 Dec

City of Angels: omaggio a Los Angeles dei Thirty Seconds To Mars

LaRedazione
31 ottobre 2013
11 Views

Thirty Seconds To Mars omaggiano Los Angeles con un cortometraggio cinematografico, intitolato non per niente ‘City of Angels‘. D’altronde non è certo una novità la passione per il cinema della band americana, ed in particolar modo per il suo frontman Jared Leto, il quale ha vissuto una carriera parallela d’attore che gli ha regalato almeno altrettante soddisfazioni rispetto a quelle ottenute con il gruppo.

Basti pensare solo alla sua interpretazione nel film ‘cult’ di Darren Aronofsky ‘Requiem for a Dream‘, che lo ha consacrato nel panorama hollywoodiano. Col tempo Jared Leto ha saputo mettersi proficuamente al lavoro anche dietro la macchina da presa, e per il suo corto-omaggio alla città di Los Angeles si è attorniato da un vero e proprio cast di star.

A partire dal rapper Kayne West che apre la pellicola, fino a Selena Gomez, famosa anche per essere l’ex fiamma di Justin Bieber, un’altra artista capace di dividere a metà tra cinema e musica la sua carriera ricca di successi, ovvero Juliette Lewis, e James Franco.

Ognuno porta la sua testimonianza riguardo una città che li ha fatti crescere e cambiare profondamente, prima di riuscire ad affermarsi allo status di star. Kayne West, che è il primo personaggio che nel film di Leto si confronta con l’esperienza di vivere a Los Angeles, racconta come la città gli abbia regalato gioie profonde, come la nascita di sua figlia, ma anche grandi dolori come la morte di sua madre.

James Franco la considera invece un luogo ideale per scacciare le proprie paure, essere consapevoli che il futuro è incerto per tutti, e quindi impiegare tutte le energie possibili per ottenere ciò che si desidera davvero. E se Juliette Lewis ed Olivia Wilde finiscono per dedicare alla città degli angeli una sentita dichiarazione d’amore, Selena Gomez ne sa anche valutare i lati oscuri, dicendosi a volte affascinata e al tempo stesso impaurita dai suoi abitanti, e da un ambiente così legato a doppio filo al mondo dello spettacolo, che finisce inesorabilmente per esporre al giudizio altrui le proprie insicurezze e le proprie debolezze.

Insomma, sfruttando il proprio legame con lo show business, Jared Leto riesce ad indagare sul lato nascosto delle celebrità di Hollywood, partendo non dal loro punto di vista sulle loro vite nella città, ma dall’influenza che una città come Los Angeles ha avuto nelle loro vite. Un lavoro che è una dichiarazione d’amore dei Thirty Seconds To Mars alla città di Los Angeles.

Vi consigliamo anche