0 Shares 8 Views
00:00:00
12 Dec

City Island, trailer e recensione

23 giugno 2010
8 Views

Diretto da Raymond De Felitta con Andy Garcia, Alan Arkin e Dominik Garcia-Lorido venerdì 25 giugno arriva al cinema City Island.

Quando Vince Rizzo (Andy Garcia), guardia carceraria e padre di famiglia di New York, nota un nome familiare nella nuova lista dei detenuti, capisce subito che si tratta di un ragazzo di cui era stato padre vent’anni prima, ma che poi aveva dovuto abbandonare.

Sebbene sia ormai sposato e con una nuova famiglia, Vince decide di portare il figlio appena ritrovato, Tony Nardella (Steven Strait), a casa con lui, senza rivelare alla sua famiglia e allo stesso Tony la sua vera identità.

Non è certo una cosa anomala, visto che la famiglia Rizzo è piena di segreti: una condizione che sta distruggendo il rapporto di Vince con sua moglie Joyce (Julianna Margulies), la quale attribuisce la causa delle frequenti uscite serali del marito ad una relazione clandestina, ignara del fatto che Vince invece stia semplicemente frequentando un corso di recitazione. La loro figlia, Vivian (Dominik Garcia-Lorido), è una studentessa al college, o almeno questo è ciò che pensa la sua famiglia di lei. In realtà, è impegnata come spogliarellista in un locale notturno del New Jersey, da quando è stata buttata fuori da scuola. E il figlio più giovane di Vince, Vinnie Jr. (Ezra Miller), nasconde a tutti le sue tendenze sessuali feticiste, con il risultato che viene ritenuto da tutti sull’orlo della follia.

Portando in famiglia Tony, il figlio a lungo scomparso, e coltivando una relazione platonica con una collega studentessa di recitazione, Molly Charlesworth (Emily Mortimer), anche lei con qualche segreto da nascondere, Vince inizia a comprendere che l’unico modo per crescere e per capire l’amore e l’intimità è quello di affrontare una volta per tutte le bugie che ha raccontato sul suo passato.

Lo sceneggiatore e regista Raymond De Felitta scatena risate e crea suspence per tutto il film, mentre le verità nascoste della famiglia portano a un finale commovente ma tenero. Grazie alle orginali interpretazioni comiche di Garcia e della Margulies, così come alle ottime prove di Emily Mortimer e Alan Arkin, rispettivamente nei panni di una studentessa e dell’insegnante di recitazione di Vince, De Felitta porta in scena il vecchio motto di George Bernard Shaw: "Se non puoi liberarti degli scheletri di famiglia, tanto vale ballarci insieme".

Il trailer di City Island:

Vi consigliamo anche