0 Shares 11 Views
00:00:00
18 Dec

Come essere felici? Basta seguire delle semplici regole

dgmag - 28 aprile 2009
28 aprile 2009
11 Views

La depressione colpisce le donne con una frequenza doppia rispetto agli uomini.

Le cause della depressione sono molte, alcune non ancora chiarite, ma è certo che una delle motivazioni più forti, oltre agli squilibri ormonali, è l’attitudine a vivere più intensamente le emozioni rispetto agli uomini.

Ecco allora qualche semplice consiglio di Trevor Silvester, ipnoterapeuta cognitivo e fondatore del “Quest Institute”, per sentirsi un po’ più…felici.

Semplici piaceri

Avete mai fatto caso al piacere che provate nel gustare un cioccolatino? Oppure, una volta masticato, ve ne dimenticate? Provate a seguire il percorso del gusto, focalizzando l’attenzione sul piacere dal momento in cui lo scartate fino a quando finisce nel vostro stomaco!
E’ importante ricominciare a notare le cose a cui siamo abituati…

Essere gentili
Una delle strategie migliori per uscire dalla depressione è aiutare qualcuno.
Un solo gesto gentile al giorno può causare ore di benessere!

Guardare in su
Può sembrare inutile, ma basta fare riferimento al modo di dire “mi sento giù” per capire questa semplice regola. Siamo abituati a camminare in fretta, a testa bassa. Proviamo a rallentare il passo, guardando in su. Funziona!

Tre doni
Ogni sera, prima di coricarsi, pensare a tre cose positive della giornata appena trascorsa. Bastano il canto di un usignolo o un incontro inaspettato. Qualcosa che ci abbia fatto sorridere.
Focalizzarci sulle cose positive ci aiuterà a distrarci da quelle negative.

Adesso!
Rimandare riduce il nostro senso di benessere, mentre agire migliora la sensazione di avere le cose sotto controllo. Non dire dunque “bisogna fare” ma “sto facendo”.

Condividi un sorriso
Basta guardare i volti delle persone per strada. Non sorride nessuno, e se capita di vedere qualcuno sorridere, lo facciamo a nostra volta. Il sorriso è contagioso, e se sorridono gli occhi, il cuore ne trae beneficio…e l’umore anche!

Tre “grazie per…”
Trovare il tempo per esprimere gratitudine. Non i soliti “grazie” e “prego”, ma ringraziare veramente qualcuno che ha fatto qualcosa per noi.

Dare – senza aspettarsi nulla in cambio

Indipendentemente da cosa si dona – tempo, soldi, attenzione – è importante farlo senza aspettarsi nulla in cambio.

Darsi tempo
Siamo sempre troppo occupati per pensare a noi stessi.
Bastano trenta minuti alla settimana, tempo in cui possiamo semplicemente sederci e pensare alle cose che ci procurano piacere.

Loading...

Vi consigliamo anche