0 Shares 8 Views
00:00:00
18 Dec

Cosa voglio di più, recensione

dgmag - 27 aprile 2010
27 aprile 2010
8 Views

Arriva al cinema il 30 aprile Cosa voglio di più, il nuovo film di Silvio Soldini con Alba Rohrwacher e Pierfrancesco Favino.

Anna è diventata tutto quello che ci si aspettava da lei: ha un impiego modesto ma sicuro, è vitale, affettuosa con la famiglia, gli amici e con il suo compagno Alessio, col quale ha deciso di avere un bambino. Quello che le manca forse è proprio il coraggio di prendersi una responsabilità definitiva verso il suo futuro.

Futuro che ha i contorni di un ufficio, di una città che si allarga sempre di più, i toni tenui di un treno che dalla periferia la porta in centro, quelli più accesi di una relazione che le sembra serena.

Quando Domenico irrompe nella sua vita però tutti quei contorni svaniscono e per la prima volta mette a fuoco l’amore, quello fatto di desiderio e passione.

Ma l’amore spesso ha a che fare con linee nette, confini. Quelli del corpo, innanzitutto, che Domenico le insegna a scoprire e ad amare. Poi quelli del matrimonio di lui: è sposato con Miriam e hanno due bambini.

La storia fra Domenico e Anna è una ribellione sottovoce che si regge su un equilibrio precario come la loro vita: incontri clandestini, litigate al cellulare, bugie, carezze soffocate dallo scadere della pausa pranzo, il sesso coinvolgente consumato in una stanza di un motel a ore.

Fino a che Anna non decide che vuole molto di più, le bugie cedono e l’equilibrio si spezza…

Attuale ed estremamente realistico, Cosa voglio di più è un film intimista e lento in cui non accade quasi nulla ma viene mostrata una realtà molto più diffusa di quanto non si pensi e in cui i due protagonisti diventano specchio della società di oggi; nel film Alba Rohrwacher e Pierfrancesco Favino si lanciano in scene di sesso che hanno fatto gridare allo scandalo ma che è funzionale all’economia della pellicola.

Che, per onor di cronaca, non entusiasma nè appassiona ma si regge su un cast ottimo per decollare, lasciando in qualche modo impassibili di fronte allo scorrere, lento e uguale, del tempo.

Il trailer di Cosa voglio di più:

Loading...

Vi consigliamo anche