0 Shares 11 Views
00:00:00
16 Dec

Diete a zona: cosa sono e come funzionano

dgmag - 29 aprile 2010
29 aprile 2010
11 Views

Le diete a zona sono tra le più conosciute e adottate da chi vuole perdere peso in quanto, concepite parecchi anni fa, si sono affermate complice anche l’attenzione dei media e delle celebrità.

Ma cosa sono nello specifico le diete a zona? Si tratta di quel complesso di norme alimentari regolamentate dal Dr. Barry Sears che per anni ha trattato con sportivi di vario tipo e che piano piano ha introdotto questi regimi anche nei modi di mangiare di persone comuni.

Le diete a zona si basano su un’assunzione di base: per dimagrire è necessario individuare il rapporto esistente, nel singolo soggetto, tra l’insulina e il suo ormone antagonista, il glucagone, per cui per zona si intende l’intervallo esistente nel rapporto tra i due ormoni.

Nelle diete a zona va dunque privilegiata l’assunzione di proteine e cibi ricchi di carboidrati non raffinati, oltre chiaramente alle verdure e alla frutta.

I pasti delle diete a zona sono cinque, colazione, spuntino di metà mattina, pranzo, merenda e cena, e vanno preparati secondo la regola del 40/30/30 ovvero il bilanciamento tra i vari componenti e le calorie presenti nei carboidrati, nelle proteine e nei grassi che si vanno ad introdurre nell’organismo. Dunque nella preparazione dei pasti delle diete a zona si dovranno introdurre il 40% di carboidrati, il 30% di proteine e il 30% di grassi.

Nelle diete a zona viene anche prescritto il modo in cui si devono assumere i cibi per cui secondo Sears è necessario consumare la prima colazione entro un’ora dal risveglio e mangiare ogni 5 ore.

Per approfondimenti sulle diete a zona si possono consultare i seguenti testi:
La Zona ti cambia la vita di Gigliola Braga  
La Zona: la nuova alimentazione di Barry Sears
Come raggiungere la zona di Barry Sears & Bill Lawren
Sette giorni con la Zona di Barry Sears

Loading...

Vi consigliamo anche