0 Shares 9 Views
00:00:00
12 Dec

Donne senza Uomini, la recensione

9 marzo 2010
9 Views

Arriva al cinema venerdì 12 marzo Donne senza Uomini di Shirin Neshat, tratto dall’omonimo romanzo realista e magico di Shahrnush Parsipur.

Donne senza Uomini racconta la storia delle vite intrecciate di quattro donne iraniane nell’estate del 1953, un periodo catastrofico nella storia iraniana, quando un colpo di stato guidato dagli americani e appoggiato dagli inglesi depose il Primo Ministro democraticamente eletto, Mohammad Mossadegh, e restaurò lo Shah al potere.

Nell’arco di alcuni giorni, quattro donne appartenenti a classi diverse della società iraniana si ritrovano insieme sullo sfondo dei tumulti politici e sociali.

Fakhri, una donna di mezza età intrappolata in un matrimonio senza amore, deve fare i conti con i sentimenti che prova nei confronti di una vecchia fiamma che, di ritorno dall’America, è rientrata nella sua vita.

Zarin, una giovane prostituta, cerca di fuggire quando si rende tragicamente conto che non riesce più a vedere i volti degli uomini.

Munis, una giovane donna con una coscienza politica, deve resistere all’isolamento che le impone il fratello religioso tradizionalista, mentre l’amica Faezeh resta incurante dei disordini nelle strade e sogna soltanto di sposare il dispotico fratello di Munis.

Mentre i tumulti politici crescono nelle strade di Teheran, ognuna delle donne riesce a liberarsi dai propri vincoli: Munis partecipa attivamente alla lotta politica andando incontro alla propria morte; Fakhri spezza le catene del suo stagnante matrimonio, lasciando il marito e acquistando un mistico frutteto nei dintorni della città; Faezeh viene accompagnata nel giardino da Munis e lì affronta la sua ritrovata consapevolezza, mentre Zarin trova sollievo nella sua comunione con la terra.

Ma è solo una questione di tempo prima che il mondo fuori dalle mura del giardino penetri nelle vite delle quattro donne, mentre la storia del loro paese prende un tragico corso.

Già vincitore del Leone d’Argento a Venezia, Donne senza Uomini di Shirin Neshat dipinge sul grande schermo con grandissima eleganza la condizione femminile in Iran durante il colpo di stato ai danni del Primo Ministro Mohammad Mossadeq.

Il trailer di Donne senza uomini:

Vi consigliamo anche