Festival del Cinema di Roma 2008, il programma

E’ stato presentato questa mattina il prossimo Festival del Cinema di Roma che si terrà nella Capitale dal 22 al 31 ottobre prossimo, promettendo di raccontare un po’ più dell’Europa e dell’Italia e meno dell’America.

Due pellicole italiane in prima mondiale apriranno e concluderanno la manifestazione: ad inaugurare il Festival sarà il film in concorso L’uomo che ama di Maria Sole Tognazzi con Monica Bellucci, Pierfrancesco Favino, Ksenia Rappoport e Piera Degli Esposti mentre il film di chiusura, subito dopo la premiazione, sarà L’ultimo Pulcinella con Massimo Ranieri.

La Selezione Ufficiale, che riunisce al suo interno le opere della sezione competitiva Cinema 2008 e le pellicole in concorso e fuori concorso di Première Anteprima, ospita The Duchess di Saul Dibb, con Keira Knightley e Ralph Fiennes e La BandaBaader Meinhof di Uli Edel, con Bruno Ganz e Alexandra Maria Lara, entrambi in Première Anteprima, mentre rientra nell’ambito di Cinema 2008 il film 8/Huit/Eight, ispirato agli otto obiettivi fissati nel settembre 2000 dalle Nazioni Unite per migliorare la vita della popolazione mondiale.

Tra i 20 film in concorso nella Selezione Ufficiale spazio al cinema italiano con Galantuomini di Edoardo Winspeare, Un gioco da ragazze di Matteo Rovere, Parlami di me di Brando De Sica, Il passato è una terra straniera di Daniele Vicari, oltre al già citato L’Uomo che ama di Maria Sole Tognazzi; non mancheranno tuttavia le grandi pellicole internazionali fra cui Pride and Glory di Gavin O’Connor, Easy Virtue di Stephan Elliott con Jessica Biel, Parlez-moi de la pluie di Agnès Joaui, Good di Vicente Amorim con Viggo Mortensen.

Rientrano nella Selezione Ufficiale anche Aide toi et le ciel t’aidera, di François Dupeyron, con Félicité Wouassi, Claude Rich; El artista, di Gastón Duprat e Mariano Cohn, con Sergio Pangaro, Alberto Laiseca; Baksy di Guka Omarova; Un Barrage contre le Pacifique  di Rithy Panh, con Isabelle Huppert, Gaspard Ulliel, Astrid Bergès-Frisbey; Cliente di Josiane Balasko, con Nathalie Baye, Josiane Balasko, Eric Caravaca; A Corte do Norte, con Ana Moreira, Rogério Samara, Ricardo Aibéo; Iri di Zhang Lu; Opium War di Siddiq Barman; Le Plaisir de chanter di Ilan Duran Cohen, con Jeanne Balibar, Marina Fois, Lòrant Deutsch; Resolution 819 di Giacomo Battiato, con Benoît Magimel, Hyppolite Girardot, Karolina Gruszka; Schattenwelt di Connie Walter, con Franziska Petri, Ulrich Noethen, Eva Mattes; Twilight di Catherine Hardwicke, con Robert Pattison, Kristen Stewart; High School Musical 3 di Kenny Ortega, con Zac Efron, Vanessa Ann Hudgens, Ashley Tisdale.

Tra le proiezioni speciali, invece, sono da segnalare The Garden of Eden di John Irvin, con Mena Suvari, Jack Huston, Caterina Murino, Carmen Maura, Matthew Modine, e RockNrolla di Guy Ritchie, con  Gerard Butler, Thandie Newton, Tom Wilkinson, Ludacris.

La sezione Alice nella città ospita invece 12 opere in concorso fra cui La Siciliana Ribelle di Marco Amenta, con Gérard Jugnot, Veronica D’Agostino, Marcello Mozzarella, Paolo Brigulglia, Pinocchio con Bob Hoskins nei panni di Geppetto, una sorprendente Luciana Litizzetto in quelli del Grillo Parlante, Alessandro Gassman nel ruolo di Collodi e ancora Violante Placido e Margherita Buy e LOL di Lisa Azuelos con Sophie Marceau.

Due i premi Marc’Aurelio d’oro alla carriera: il primo sarà assegnato all’Actors Studio e consegnato ad Al Pacino, uno dei prestigiosi Presidenti della scuola, mentre il secondo sarà conferito a Gina Lollobrigida, per la sua felice attività nel cinema da oltre sessant’anni.