0 Shares 14 Views
00:00:00
14 Dec

Festival del Film di Roma 2013: la vittoria di ‘Tir’

LaRedazione
18 novembre 2013
14 Views

Il film “Tir” del regista friulano Alberto Fasulo è stato l’indiscusso protagonista del Festival del Film di Roma di quest’anno. La pellicola, a metà strada tra romanzo e documentario, ha vinto il “Marc’Aurelio D’Oro” come miglior film, sbaragliando tutti gli altri lavori in concorso. Il trionfo di “Tir” conferma la prefenze del pubblico per i “docu-film” già delineatasi a Venezia con la premiazione di “Sacro Gra”, il lungometraggio di Gianfranco Rosi ambientato sul “Grande Raccordo Anulare” di Roma. In “Tir”, il protagonista è Branko, un professore nativo della Croazia che sceglie di abbandonare la sua professione per fare il camionista. La scelta di Branko è motivata da ragioni economiche, ma l’uomo si trova ben presto alle prese con un mestiere duro che lo aliena e lo allontana dalle persone care.

Ogni giorno, l’ex professore si trova faccia a faccia con la sua solitudine, interrotta solo dai rumori delle strade e dalla telefonata della moglie. Una vita solitaria e triste che il regista mette in evidenza con lunghe scene silenziose, dove lo spettatore può meglio cogliere un dramma economico e personale, fortemente rappresentativo di tante realtà sociali contemporanee. Non tutti i critici sono stati concordi nel giudicare “Tir” all’altezza di questo riconoscimento: molti infatti, pur riconoscendone la qualità, hanno sostenuto che si trattasse di una pellicola troppo “esile” per un premio tanto prestigioso.

Altri premiati hanno avuto invece il plauso concorde di pubblico e critica. E’stato il caso di Matthew Mc Conaughey, al quale è stato assegnato il premio come miglior attore. L’attore è stato premiato per la sua interpretazione in “Dallas Buyer Club”, la pellicola di Jean Marc Vallee basata su un fatto realmente accaduto. Il film tratta un argomento molto delicato, in quanto è incentrato sul tema dell’uso di cure alternative nei casi di Aids. Il premio come miglior attrice è andato alla bellissima Scarlett Johansson per il film “Her” di Spike Jonze: la sua interpretazione è stata, in questo caso, molto singolare, poichè ha coinvolto solamente la sua voce. In “Her”, infatti, l’attrice non appare fisicamente ma doppia l’avanzato “sistema operativo” del quale si innamora il protagonista ( interpretato da Joaquin Phoenix) Il Premio della Critica è stato assegnato al film rumeno “Quod Erat Demonstrandum”, mentre quello della Regia è andato a “Sebunsu Kodo” di Kiyoshi Kurosawa.

Al Festival del Film di Roma 2013, trionfa ‘Tir’ di Alberto Fasulo. Chi non l’avesse ancora visto corra a vederlo. Un film interessante con un indiscusso protagoniosta.

Vi consigliamo anche