Festival di Roma 2008, vince Opium war

E’ Opium War il vincitore della terza edizione del Festival del cinema di Roma.

La pellicola di Siddiq Barmak, ambientata in Afghanistan, ha vinto il Marc’Aurelio d’oro per il miglior film.

Il Premio Marc’Aurelio d’Oro del pubblico al miglior film è andato a Resolution 819 di Giacomo Battiato mentre il Marc’Aurelio d’Argento alla migliore interprete femminile è stato assegnato a Donatella Finocchiaro per Galantuomini di Edoardo Winspeare e quello maschile a Bohdan Stupka per Serce na dloni.

La giuria del premio era composta da Edoardo Bruno, Michel Ciment, Tahar Ben Jelloun, Emanuel Levy e Roman Gutek.

I premi di Alice nella città sono andati a Magique! di Philippe Muyl e Summer di Kenneth Glenaan.

Premio Marc’Aurelio d’Oro alla carriera all’Actors Studio ritirato da Al Pacino e Premio Marc’Aurelio d’Oro alla carriera a Gina Lollobrigida.

Menzioni speciali riservate a A corte do norte di João Botelho e Aide toi, le ciel t’aidera di François Dupeyron.

La scultura dei premi Marc’Aurelio d’oro e d’argento della terza edizione del Festival Internazionale del Film di Roma è stata realizzata da Sinisca; la personalizzazione delle statuette è stata realizzata con un inserto d’oro e d’argento da Damiani, la famosa maison italiana.