Firefox minaccia Internet Explorer in Europa

Secondo Xi Ti Monitor, un servizio di web monitoring francese, Firefox in Europa sta guadagnando sempre più terreno a scapito di Internet Explorer.

La società ha infatti monitorato 96.000 siti nella settimana dal 2 all’8 luglio scorso rilevando che la percentuale di penetrazione di Firefox in Europa è pari al 27,8% con differenze notevoli tra zona e zona.

Se infatti in alcuni Paesi, Slovenia e Finlandia su tutti, Firefox ed Explorer viaggiano più o meno alle stesse percentuali, in altri (Germania, Polonia, Repubblica Ceca, Croazia e Irlanda) il 40% dei consensi da parte di Firefox nei confronti di Internet Explorer sembra essere raggiungibile di qui a poco.

In Italia Internet Explorer conta invece ancora su uno zoccolo duro di utilizzatori e Firefox non va oltre al 18,3%; insieme a noi anche la Gran Bretagna (18,7%), la Spagna (19,1%), la Norvegia (18,6%) mentre Danimarca e Olanda oscillano intorno al 15%.

E così Internet Explorer in Europa scende sotto la soglia del 70% di penetrazione e si ferma al 66,5%; altri browser, tra cui Safari e Opera hanno occupato il restante 5,7% del mercato.

Firefox piace molto in Oceania (28,9% di penetrazione) mentre va a rilento nelle Americhe (18,7% il Nord, 15,5% il Sud), in Africa (14,7%) e in Asia (14,3%).

C’è da dire che Microsoft parte sempre avvantaggiato in quanto il browser Internet Explorer viene installato di default su tutti i computer in vendita; da un’indagine separata svolta da Xi Ti Monitor si rileva però una certa riluttanza da parte degli utenti di IE ad adottare l’ultima versione del browser IE7 e solo un terzo degli utenti IE si aggiornano a IE7 mentre l’85% degli utenti di Firefox ha adottato la versione più recente del browser.

Il rapporto completo, corredato di grafici e tabelle, è accessibile qui in francese.