Giochi per pc, Simon the Sorcerer 4: Chaos Happens

Simon, il teenager maghetto dalla battuta pronta, dopo anni di silenzio sugli scaffali, si prepara a salvare il mondo magico dalla catastrofe nella quarta avventura per Pc intitolata Simon the Sorcerer 4: Chaos Happens.

Nei mitici anni ’90 fecero la loro apparizione i famosi giochi adventure punta e clicca per pc e Amiga venati di humor demenziale e rompicapi fantasiosi. I nostalgici di questo filone stenteranno a trattenere una lacrimuccia in memoria dei vecchi tempi in cui spadroneggiavano gloriosi nella "hall of fame" il mitico Guybrush Threepwood protagonista dell’intramontabile Monkey Island, Broken Sword o il complicatissimo Discworld che narrava le avventure di un mago pasticcione con la barbetta rossa.

Il primo capitolo di Simon the Sorcerer risale al 1993 e si contraddistinse per l’assoluta freschezza del gameplay che vedeva Simon impegnato a salvare il mago Calypso dal tenebroso stregone Sordid, rivisitando e sovvertendo l’ordine delle fiabe più note.

Il successo fu tale da spingere la Adventure Soft a creare Simon the Sorcerer II: Il leone, la strega e l’armadio (proprio come le Cronache di Narnia) nel 1995. Elementi cardine della seconda avventura erano sempre il turbinio di citazioni, lo humor cinico e i grattacapi sempre innovativi e complicati. Qui Simon era impegnato nella liberazione di Alix, la nipote di Calypso rapita da Sordid, l’antagonista per eccellenza.

La terza avventura del 2002, Simon the Sorcerer 3D, adottò un nuovo motore grafico e segnò il passaggio dalla grafica 2D al 3D, ma purtroppo il gioco si rivelò al di sotto delle aspettative perchè troppo dispersivo a causa della moltitudine di scenari da visitare.

Oggi la Adventure Soft è decisa a riprendersi dalla "caduta di stile" pubblicando un’altra avventura 3D che si avvale delle moderne tecnologie di rendering video senza però tradire gli elementi vincenti del passato racchiusi nei primi due capitoli.

Nel nuovo capitolo, durante una lite con il fratello minore, Simon si ritrova catapultato in veste di mago nel mondo magico per aiutare Alix a sconfiggere i malvagi. Il giocatore durante il gioco, non proverà mai la frustrazione di rimanere troppo a lungo intrappolato in un enigma perchè grazie al diario potrà acquisire suggerimenti chiave per andare avanti senza spremere eccessivamente le meningi.

Sarete così bravi da rinunciare ai suggerimenti per finire questa esilarante avventura?