Giochi per Playstation 3: Haze

La Ubisoft e la Free Radical, i produttori di Far Cry e Ghost Recon Advanced Warfighter, hanno realizzato un nuovo gioco per PS3 per i maggiori di 18 anni improntato sull’azione in prima persona intitolato Haze.

Nel 2048 Shane Carpenter è un soldato specializzato della Mantel, una corporazione privata multinazionale dotata di apparecchiature militari hi-tech e veicoli pericolosamente distruttivi.

I soldati Mantel, grazie alla loro superiorità ottenuta tramite una tecnologia medica che sfrutta la potenza del Nectar (una sostanza speciale in grado di incrementare le prestazioni militari), rappresentano la spada di damocle che pende sulle teste dei terroristi, politici corrotti, dittatori e soprattutto incarnano la spina nel fianco dei ribelli della Promise Hand.

L’Administrator Device è un meccanismo installato nelle tute da combattimento e regola la somminitrazione della quantità di Nectar per incrementare le potenzialità; durante il gioco verranno apprese nuove modalità di combattimento come il Nectar Focus, il Nectar Perception, il Nectar Foresight e Melee Blast per eseguire attacchi ravvicinati devastanti e percepire in anticipo i pericoli.

Vestendo i panni si Shane Carpenter scopriremo presto che il Nectar ha delle terribili complicazioni che trasformano i soldati in drogati assassini privi di qualsiasi morale. Durante la prima missione viaggeremo per raggiungere il Sud America, ormai devastato dalla guerra. Il nostro compito sarà sgominare la fazione ribelle chiamata "The Promise", ma tutto verrà complicato da scoperte inquietanti riguardanti la corporazione Mantel.

La modalità multiplayer online permetterà di scegliere una grande varietà di battaglie da combattere anche fianco a fianco con amici in modalità coop.

I punti di forza di Haze sono la grafica curata, la varietà di ambientazioni, la grande AI degli avversari che li rende sempre imprevedibili e una esperienza di gioco ininterrotta dal caricamento tra un livello e l’altro.

Il pubblico dopo aver provato il gioco si divide tra entusiasti e delusi profondamente perchè Haze non è coinvolgente, non è all’altezza delle aspettative e degli standard qualitativi ai quali li aveva abituati la coppia consolidata Ubisoft – Free Radical.

Voi che ne pensate? Da che parte vi siete schierati?