Giochi per Ps2: Yakuza 2

La Sega propone il nuovo capitolo della serie Yakuza di Toshihiro Nagoshi, il videogioco che narra la gesta dello spietato Kazuma Kyriu, il reietto della mafia giapponese che è finito in prigione per 10 anni dopo aver tradito il suo boss.

Ci si potrebbe chiede come mai la Sega abbia scelto un sistema un pò datato come la Ps2 per far uscire questo sequel a distanza di oltre un anno dall’originale giapponese, ma bisogna ammettere che nonostante questa scelta azzardata, il gioco offre un gameplay superlativo misto di azione, picchiaduro, adrenalina, indagini, avventura che non ha nulla da invidiare ai giochi progettati per le consonei next gen.

La Ps2 dunque non è morta come volevano farci credere, è una anzianotta arzilla che ha ancora qualche cartuccia da sparare nel suo caricatore! L’eredità del precedente capitolo Yakuza è stata raccolta, potenziata e liberata dai numerosi bug che la affliggevano per rendere il gioco all’altezza dei tempi.

In Yakuza 2. dal punto di vista delle ambientazioni, sono stati creati Soutenbori e Shinsei, nuovi quartieri della nipponica Osaka che lotteranno contro il totalmente diverso quartiere Komuro (la perfetta riproduzione di Shinjuku) per il predominio del Giappone.

Colpi di scena, risse a mani nude, oppure usando spade, mazze da golf e altro, sono la spina dorsale di questo frenetico action che permette al giocatore di impersonare Kazuma e controllarlo per schivare cazzotti, effettuare evoluzioni e attacchi letali.

Oltre alle risse, il giocatore potrà dedicarsi all’esplorazione dei quartieri per cimentarsi in minigiochi come il golf, il bowling, il majong o tentare di conquistare affascinanti accompagnatrici, giocare ai videogames delle sale giochi e molto altro.

Il gameplay è eccellente, la storia molto articolata, affascinante e di fattura cinematografica è accompagnata da una superba colonna sonora che offre una dimensione epica all’avventura; una nota negativa è riservata al doppiaggio che è rimasto quello originale giapponese con i sottotitoli.

Per i temi trattati politicamente scorretti e per l’alta violenza contenuta gioco, è stato bollato come vietato ai minori di 18 anni. Questo divieto lo renderà ancora più appetibile?