Gli italiani sono timidi

Siamo noi italiani i più timidi e riservati d’Europa, molto più dei cittadini del nord che riescono ad esternare in maniera più semplice ed efficace le loro emozioni.

Lo sottolinea una ricerca commissionata da Kimberly-Clark e legata al suo brand Kleenex, realizzata da Market Tools su un campione di 8000 persone composto al 50% da uomini e al 50% da donne, di età compresa tra i 18 e i 34 anni (50%) e dai 35 anni in su (50%) condotta tramite interviste in Italia e in altri sette Paesi europei.

Mettendo in relazione i dati dell’Italia con quelli degli altri Paesi europei emerge così una significativa differenza tra come gli italiani si percepiscono e sono percepiti in Europa rispetto a come si comportano nella realtà; infatti sebbene gli italiani vengano visti come persone aperte con la tendenza ad esternare le loro emozioni in realtà è solo il 37% di questi che dichiara di lasciarsi andare facilmente.

Solo il 14% degli italiani intervistati ha dichiarato di essersi lasciato andare nel corso delle ultime 24 ore, il 17% il giorno precedente e il 26% nell’ultima settimana, percentuali più basse del resto d’Europa dove la percentuali sono comprese tra il 20 e il 35%.

Per quanto riguarda i motivi che spingono gli italiani ad esprimere le proprie emozioni c’è innanzitutto il litigio (43%), seguito dopo da un film con un forte contenuto emotivo (41%); il 33% dichiara di lasciarsi andare al telefono, e questa percentuale arriva al 41% se si considera il campione al di sotto dei 35 anni, elemento che indica come i più giovani riescano ad esprimersi più liberamente quando non devono subire un confronto fisico diretto, in particolare gli uomini (40%).

Nei loro momenti di sconforto, inoltre, gli italiani dichiarano di prediligere la compagnia di un buon ascoltatore (47%) più che la spalla di un amico (32%).

La ricerca mostra che gli italiani sono consapevoli dell’importanza di sentirsi liberi di esprimere le proprie emozioni perché lo considerano un modo per stare meglio (82%) e perché si sentono più attratti dalle persone che si lasciano andare con spensieratezza (77%), ma al tempo stesso il 29% degli intervistati considera difficile esprimersi in libertà.

Insieme agli austriaci, dunque, gli italiani si posizionano in fondo alla classifica che vede danesi (57%) e olandesi (50%) come i meno riservati d’Europa in termini di emozioni, seguiti da belgi e spagnoli (49%).