Gomorra di Matteo Garrone stravince agli European Film Awards

Gomorra, il film di Matteo Garrone tratto dal best seller di Roberto Saviano, ha vinto i maggiori premi consegnati nel corso degli European Film Awards.

Garrone si è portato a casa i premi come miglior film europeo, miglior attore (Toni Servillo), migliore regia, migliore sceneggiatura e migliore fotografia.

Da 10 anni l’Italia non vinceva il premio agli oscar europei: era infatti il 1998 e fu La Vita è bella di Roberto Benigni che vinse anche il Grand Prix al Festival di Cannes per arrivfare poi dritto alla vittoria dell’Oscar. Gomorra è, infatti, il candidato italiano per gli Oscar del cinema ed è considerato tra i favoriti per la cerimonia di Los Angeles del 22 febbraio.

"Dedico la vittoria", ha detto Matteo Garrone, "alle persone che a Napoli stanno come in guerra, cercando di sopravvivere come in una giungla".

"La cosa che più colpisce quando sei nei luoghi in cui ho preparato e girato Gomorra", ha aggiunto Garrone, "è che tante persone che vivono lì sono quasi inconsapevoli, non hanno reale coscienza della loro condizione. Sono in una zona grigia dove si confonde legale e illegale e fin quando non si lavorerà abbastanza su istruzione e disoccupazione ad esempio, la camorra continuerà a vivere all’interno di quella realtà. Tanti premi così non me li aspettavo di certo, ma li ritengo una conferma che il film riesce a comunicare emozioni forti anche a chi non è italiano".