0 Shares 2 Views
00:00:00
11 Dec

I videogiochi non fanno male ai bambini

21 dicembre 2009
2 Views

I videogiochi non fanno male alla concentrazione dei bambini: lo sottolinea Rolf Nelson, professore di psicologia al Weathon College di Norton (Massachusets), che in qualche modo ribalta molte delle teorie attualmente in essere secondo cui videogiocare riduce la capacità di concentrazione dei più piccoli.

Secondo il docente infatti non tutti i videogiochi siano uguali e che il loro effetto cambia secondo il genere.

A supporto della sua teoria ha condotto un test chiedendo a due gruppi di bambini di giocare a due diversi giochi, uno di strategia e uno di azione, spezzando le partite con attività dove era necessaria rapidità di azione, precisione e accuratezza.

Coloro che giocavano con il puzzle game si sono dimostrati più precisi ed accurati ma meno reattivi; chi invece si è cimentato con un action game è stato più reattivo ma meno preciso, quindi ha commesso più errori nelle attività richieste.

“Se i ragazzi riprendono a fare i compiti dopo una partita ad un action game, potrebbero essere portati a finire presto i compiti richiesti, facendo però degli errori. Se invece sono stati impegnati con uno strategy game, prenderanno più tempo, ma saranno anche più precisi".

Insomma, le conclusioni come al solito sono parziali e il dibattito tutt’altro che chiuso.

Vi consigliamo anche