0 Shares 9 Views
00:00:00
17 Dec

Il pene è più piccolo per colpa dell’inquinamento

dgmag - 1 marzo 2010
1 marzo 2010
9 Views

L’inquinamento dell’ambiente sta mettendo a rischio non solo le specie animali ma anche l’uomo e, stando agli ultimi studi, sarebbe responsabile anche di una graduale riduzione del pene maschile.

Una ricerca dell’Università di Padova ha infatti confrontato le dimensioni attuali del pene di 2000 ragazzi italiani con quelle di altrettanti giovani americani rilevate nel 1948 rilevando che se nel 1948 la lunghezza media del pene a riposo era di 9,7 centimetri oggi è di 8,9.

Una differenza allarmante, sostengono gli esperti, dovuta alla presenza nell’organismo umano e nell’ambiente circostante di un numero impressionante di pesticidi, metalli pesanti e composti chimici dannosi.

Agenti che non solo porterebbero ad una diminuzione del pene ma anche a tutta una serie di problemi negli uomini legati alla scarsa produzione di androgeni

Loading...

Vi consigliamo anche