0 Shares 4 Views 1 Comments
00:00:00
12 Dec

Il punto G è frutto dell’immaginazione umana?

LaRedazione
4 gennaio 2010
4 Views 1

Gli inglesi, che di sesso non si sa se ne capiscono o meno, hanno sentenziato che il punto G non esiste.

Lo sostiene nello specifico un gruppo di scienziati del King’s College di Londra guidati da Andrea Burri secondo cui non c’è alcuna prova relativa all’esistenza del punto erogeno e che invece è probabile che a fare la differenza sia l’immaginazione della donna.

"Alcune donne sostengono non solo di avere il punto G, ma anche che la sua maggiore o minore attività sia dipendente da fattori come la dieta o l’esercizio fisico. In realtà è praticamente impossibile trovare prove tangibili dell’esistenza di questo punto erogeno", ha spiegato Tim Spector, docente di Epidemiologia genetica e coautore della ricerca.

I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo un sondaggio su oltre 900 coppie di gemelle britanniche identiche e non identiche; nonostante i gemelli identici condividano tutti i geni, infatti, durante lo studio all’interno delle coppie di gemelle identiche sono emerse differenze tra le donne che affermavano di avere il punto G e le loro sorelle gemelle identiche che dicevano di non averlo.

La questione resta dunque tutta aperta e gli interrogativi tutt’altro che chiusi.

Vi consigliamo anche