Il videogioco di Lost, Via Domus

Se sei un appassionato del telefilm Lost, divenuto un cult, non puoi perderti il videogioco basato sulle avventure dei famigerati sopravvissuti, prodotto dalla Ubisoft: Lost Via Domus.

Il videogioco ripercorre fedelmente la trama del telelfilm e lo si nota subito dall’incipit. Il volo oceanico 815 scompare dal radar nei pressi di Sidney e precipita in un’isola sperduta nell’oceano Pacifico; un’isola solo apparentemente deserta, che in realtà nasconde traditori ed orrendi segreti!

 

L’obiettivo del gioco è far calare i giocatori, appassionati della serie tv, più profondamente nelle avventure dei loro beniamini.

Nei panni di un personaggio fittizio, che ha smarrito la memoria a causa dell’incidente, dovrete, innanzitutto, recuperarla, grazie ai dialoghi con gli altri abitanti dell’isola e, in un secondo momento, sarete chiamati a scoprire misteri e risolvere puzzles.

Fondamentali i flashback che vi permetteranno di ricavare informazioni utili sul vostro passato e la possibilità di fotografare oggetti che vi saranno di aiuto nel corso dell’avventura (l’unico ricordo nitido del vostro personaggio è di essere un fotografo).

 

Il vostro "survivor" sarà costantememnte guidato durante la sua avventura; ad esempio, quando si avvicinerà ad un oggetto importante per il gioco, sul video verrà visualizzata l’azione da effettuare.

Se le premesse per creare un gioco di grande impatto emotivo c’erano tutte, vista l’avventura e la suspence protagonisti del telefilm, il videogioco non sembra però poter competere minimamente con la serie tv.

La giocabilità risulta pressochè inesistente, dato che è impossibile per il personaggio girare liberamente nella foresta; il giocatore viene guidato in tutte le fasi di gioco e ciò allla lunga può divenire noioso!

La grafica, soprattutto per quanto riguarda volti e corpi, è di ottima fattura, ma la trama appare troppo lineare, mostrando poca attinenza con l’avvincente serie!

 

Lost Via Domus appare come una serie di mini-giochi fin troppo facili da risolvere e può essere, non a caso, completato in meno di 5 ore!

La Ubisoft ha forse sprecato l’occasione di realizzare un videogioco all’altezza dell’intricata serie tv? Provatelo per credere!