Inizia l’attesissima Tirreno-Adriatica

Parte domani da Civitavecchia la Tirreno-Adriatica, gara ciclistica che si concluderà il 18 marzo a San Benedetto del Tronto.

La città è pronta ad accogliere campioni mondiali, come Bettini, Boonen, Cancellara, Freire e Astarloa, e ciclisti di fama internazionale: Shleck, O’Grady, Petacchi, McEwen, Riccò, Zabel, Ballan.

E, novità di oggi, prenderà parte alla gara anche Di Luca, dopo essere stato deferito dalla Procura Antidoping, che aveva richiesto ben due anni di squalifica per un controllo effettuato durante il Giro 2007.

"Con il morale che ho -ha detto in un’intervista alla Gazzetta dello Sport- voglio lasciare il segno alla Tirreno-Adriatica. Magari faticherò all’inizio, ma sull’arrivo duro di Montelupone devo esserci".

Sì perchè la salita con pendenza -in alcuni tratti- pari al 19% da correre in questo borgo è una "dura novità".

Il 17 marzo sarà infatti la prima volta che il paese ospiterà noti ciclisti, mentre per Civitavecchia la "corsa del due mari" è diventato un appuntamento fisso.

Scuole chiuse e strade libere, parcheggi riservati solo ai grandi camion-uffici stampa, radio e tele giornalisti. A Civitavecchia è già tutto pronto per i 160 km della prima tappa e per i 203 della seconda, Civitavecchia-Gubbio.

"Sarà una partecipazione di altissimo livello", secondo l’ANSA.

E in effetti la "corsa dei due mari" è la manifestazione più importante che si svolge sul territorio nazionale e che, insieme alla Parigi-Nizza, prepara i corridoi per la prima grande classifica, la Milano-Sanremo -che si terrà sabato 22 marzo- ma è anche il banco di prova per i partecipanti al Giro d’ Italia.

Un grande in bocca al lupo a tutti, allora!