0 Shares 12 Views
00:00:00
17 Dec

Innamorarsi in vacanza porta alla depressione

dgmag - 20 luglio 2010
20 luglio 2010
12 Views

Innamorarsi in estate è semplice per 6 italiani su 10 ma la delusione è in agguato perchè nel 74% dei casi le storie d’amore nate in vacanza non superano i due mesi di vita.

Ciò porta ad un mal d’amore che potrebbe coinvolgere ben 1 italiano su 2 al rientro dalle ferie; a sorpresa sono gli uomini a rischiare di più (54%), soprattutto tra i giovanissimi (64%) e i single di ritorno (58%). Una malattia del cuore che nei casi piu’ lievi puo’ portare a depressione (87%), ansia (74%) e sbalzi d’umore (59%), in quelli piu’ gravi addirittura disturbi alimentari (13%).

Lo sostiene un’indagine online condotta su oltre 1.500 utenti tra i 18 e i 55 anni che ha analizzato le abitudini degli italiani durante l’estate e in cui è emerso il rischio concreto di soffrire di mal d’amore al termine delle vacanze.

Ma quali sono i veri motivi per cui è più facile cedere in vacanza? La libertà dalle preoccupazioni e l’assenza di stress sono fondamentali per 7 italiani su 10, seguite dal risveglio dei sensi (57%) dovuto alla possibilità di scoprire il proprio corpo, dai paesaggi e dalle atmosfere più rilassanti (44%), dal clima caldo (38%) e dal maggior tempo libero a disposizione (29%).

Tra i luoghi in cui è più facile trovare l’amore spicca il villaggio vacanza, considerato la miglior soluzione possibile per il 66% degli italiani. Per quanto riguarda i più giovani, la discoteca mantiene inalterato il suo fascino (55%) così come la spiaggia (43%).

Anche gli over 30 non disdegnano le sale da ballo (60%) ma vanno alla ricerca di una compagna anche nei resort di lusso (54%); poco interesse per agriturismi e hotel, ritenuti poco affini all’innamoramento e apprezzati soltanto dagli over 40.

Loading...

Vi consigliamo anche