0 Shares 2 Views 1 Comments
00:00:00
11 Dec

Klaira, la prima pillola anticoncezionale naturale

LaRedazione
11 settembre 2009
2 Views 1

Arriva in Italia la prima bio-pillola anticoncezionale con lo stesso estrogeno prodotto dalla donna: l’annuncio è stato dato nel corso del Congresso della Società Europea di Ginecologia a Roma.

A 50 anni dalla prima pillola contraccettiva si è sostituito il derivato sintetico, l’unico utilizzato finora, con una sostanza esattamente identica a quella rilasciata normalmente dall’organismo.

Grazie a Klaira si riesce a raggiungere un’alta tollerabilità e un ridotto impatto sull’organismo.

Una novità rispetto ai contraccettivi orali tradizionali è il numero di compresse da assumere: non 21 con l’intervallo di una settimana durante la quale si manifesta il ciclo mestruale, ma 28, di cui 26 a base dei due ormoni estradiolo valerato e dienogest, variamente mixati, e 2 placebo, così da assicurare un’assunzione continuativa ed evitare dimenticanze.

E’ proprio grazie alla maggiore brevità del periodo di sospensione che Klaira riesce a garantire una migliore stabilità ormonale.

Altri vantaggi riguardano il controllo del ciclo, in particolare in caso di mestruazioni abbondanti, prolungate o frequenti e un minor impatto metabolico dovuto all’uso dell’estradiolo, un estrogeno familiare all’organismo femminile.

Dai test clinici effettuati su donne dai 18 ai 50 anni per verificare la tollerabilità e la sicurezza contraccettiva di Klaira, è emerso che 79,4% del campione si dichiara soddisfatto di questo nuovo contraccettivo, mentre l’aderenza al trattamento è risultata del 97,1%.

Vi consigliamo anche