L’Incredibile Hulk torna al cinema

Dopo aver incantato il pubblico per oltre 40 anni, torna sul grande schermo la storia di uno degli eroi più affascinanti di tutti i tempi: L’Incredibile Hulk.

Per decenni, la forza bruta e la commovente vulnerabilità di questo personaggio hanno attratto la fantasia di tutti coloro che, come noi, hanno difficoltà a gestire le passioni più nascoste; mentre noi facciamo di tutto per controllare le nostre passioni, una creatura sceglie di dare libero sfogo alla sua rabbia e alla sua immensa aggressività attraverso il corpo di un uomo brillante che, da parte sua, trova sempre più difficile sopprimere il suo alter ego. Una creatura che nessuno di noi vorrebbe incontrare nei suoi peggiori momenti di ira.

Lo scienziato Bruce Banner (Edward Norton) è alla disperata ricerca di una cura che neutralizzi le radiazioni gamma che gli hanno avvelenato il sangue e che danno libero sfogo all’ira scatenata della creatura che vive nel suo corpo: l’Hulk.

Banner conduce una vita ritirata, isolato dal mondo e lontano dalla donna che ama, la dottoressa Elizabeth Betty Ross (Liv Tyler).

Durante la sua fuga per eludere gli ossessivi inseguimenti della sua nemesi, il Generale Thaddeus Fulmine Ross (William Hurt), si rende conto di avere alle calcagne una brutale macchina militare che cerca di catturarlo e di sfruttare i suoi poteri; intenti a capire i misteri che si celano dietro alla creazione dell’Hulk, i tre personaggi si trovano a dover fare i conti con un nuovo e feroce avversario, Abominio, un essere mostruoso dalla forza persino più distruttiva di quella di Hulk.

L’incarnazione umana della possente creatura è il popolare attore candidato agli Academy Award, Tim Roth che, assunti i panni di Emil Blonsky, fantastica di diventare un Super Soldato, la cui smisurata sete di potere si manifesta in Abominio. Deciso a sconfiggere la sua nemesi, lo scienziato si vede costretto a fare una straziante scelta finale: vivere pacificamente la vita di Bruce Banner o sfruttare il lato eroico della creatura che vive nel suo corpo: L’Incredibile Hulk.

Il film di Louis Letterier non racconta la genesi del personaggio della Marvel famoso fin dal 1962 ma trae ispirazione dal noto telefilm degli anni ‘80, trasmesso dalla CBS, con Bill Bixby nei panni dello scienziato Banner e Lou Ferrigno nei panni del mostro verde.

"Non volevamo realizzare un film cerebrale", ha dichiarato il regista Louis Leterrier, "Volevamo tanta azione con Hulk che spacca ogni cosa. D’altra parte lo script di Edward Norton ha restituito alla storia di Bruce Banner uno spessore importante. Ammetto che non sono un regista adulto, ma solo perché stiamo facendo un film su un supereroe non vuol dire che dovrà essere adatto solo ai bambini di 13 anni! Io e Ed vediamo i supereroi come gli dei dell’antica Grecia".

E non a caso Edward Norton è stato coinvolto nella stesura della sceneggiatura e ha focalizzato la sua attenzione non più e non tanto sui poteri del mostro quanto sulla sua dualità, contribuendo a creare un personaggio che non è più un supereroe nel senso classico del termine.

L’Incredibile Hulk stupisce per la sua fluidità narrativa, per l’uso degli effetti speciali che rendono spettacolari gli scontri (basti pensare allo scontro tra Hulk e Abominio sui viali di Manhattan) e le azioni facendo della pellicola un vero successo estivo.