0 Shares 8 Views 1 Comments
00:00:00
14 Dec

La bella società, trailer e recensione

20 maggio 2010
8 Views 1

Arriva nelle sale il 21 maggio La bella società di Gian Paolo Cugno con Raoul Bova, Maria Grazia Cucinotta, Giancarlo Giannini, Enrico Lo Verso e David Coco.

La storia è ambientata in Sicilia dove negli anni Settanta i due fratelli Giorgio e Giuseppe crescono senza padre.

Devoti alla madre e gelosi della sua bellezza, i due ostacolano la sua relazione con un produttore romano deciso a corteggiarla e a portarla lontano dalla campagna siciliana; un giorno mentre giocano con della polvere da sparo uccidono accidentalmente l’uomo e ne occultano il cadavere, tacendo con tutti e soprattutto con la madre.

Nello stesso incidente perde la vista Giorgio e il sorriso Giuseppe; diversi anni dopo, sostenuti dal farmacista del paese i due decidono di andare a Torino per ritrovare l’amico Nello, la vista e il futuro ma a due passi dalla Mole restano coinvolti nell’efferato omicidio di un dirigente della Fiat ad opera delle Brigate Rosse.

Sopravvive all’attentato la giovane segretaria, testimone soccorsa e poi protetta da Giorgio; l’ingresso di Caterina nella loro vita e nel cuore del fratello minore comprometterà per sempre il loro fragile equilibrio familiare.

Nonostante una trama interessante, in realtà La bella società non fa altro che riprendere tematiche e stili narrativi visti in Tornatore ma anche in Placido e registi dello stesso calibro senza però riuscire a dare coerenza alla narrazione che diventa un mix di immagini viste e sensazioni già provate.

Nel complesso un film che non produce alcun effetto se non quello di portare lo spettatore a pensare che se il cinema italiano, d’autore, è questo allora è meglio espatriare; si aspettano tempi migliori e confidiamo in Gian Paolo Cugno.

Il trailer di La bella società:

Vi consigliamo anche