0 Shares 7 Views
00:00:00
17 Dec

La depressione femminile aumenta nelle grandi città

dgmag - 10 marzo 2009
10 marzo 2009
7 Views

A causa dell’impossibilità di far fronte a tutti gli impegni e le incombenze, le donne italiane sono sempre più depresse.

A segnalare la tendenza è Claudio Mencacci, direttore del Dipartimento di neuroscienze del Centro di depressione donna attivo nell’ospedale Fatebenefratelli di Milano secondo cui "in Italia, come nel resto d’Europa, la depressione femminile sta aumentando".

Sotto accusa "il netto aumento della quantità di lavoro e di stress cui la donna è sottoposta, i disturbi del sonno sempre più frequenti soprattutto nelle grandi città, e l’escalation di episodi di violenza fra le pareti domestiche, uno dei fattori ad alto rischio"; ma anche l’abuso di sostanze stupefacenti e alcol nelle donne.

"Le donne che abusano di sostanze sono numericamente inferiori rispetto agli uomini, ma sviluppano dipendenze più gravi e sono più vulnerabili", dice Mencacci. "Il loro alcolismo non è più quello nascosto dalle mura di casa" e anzi le grandi città sono la cornice ideale per il proliferare di questi atteggiamenti.

Fra le vittime del mal di vivere ci sono anche le mamme in depressione post-parto, le ragazze che devono fare i conti con i disturbi dell’alimentazione, persino chi risente della minore esposizione alla luce. Visto lo scenario, conclude Mencacci, "è importante che la donna affronti la malattia. E soprattutto è possibile esercitare un’azione preventiva sul piano psichico, conoscendo i suoi specifici punti di fragilità, la sua complessità ormonale".

Loading...

Vi consigliamo anche